29/02/2012 10.03.37 - Manduria - Attualità

MANDURIA - Gli anziani del Centro Aperto Polivalente di Manduria “sfrattati” momentaneamente dalla loro sede per far posto ad alcuni ambulatori della Asl




L’assessore Roberto Puglia: «E’ un sacrificio, momentaneo, indispensabile per garantire servizi essenziali alla città»

 
Gli anziani del Centro Aperto Polivalente di Manduria “sfrattati” momentaneamente dalla loro sede per far posto ad alcuni ambulatori della Asl.
A pagare la situazione di emergenza che si è venuta a creare la settimana scorsa per gli ambulatori e per gli uffici della Asl del centro di via per San Pietro in Bevagna (evacuato al fine di consentire le operazioni necessarie per la verifica statica dello stabile, nel rispetto della sicurezza degli operatori e degli utenti), saranno gli anziani che frequentano il Centro Aperto Polivalente.
«Lunedì sono arrivati alcuni operai, dicendoci che devono eseguire dei lavori in quanto negli ambienti del Centro Aperto Polivalente devono essere trasferiti alcuni uffici della Asl, sinora ubicati nel palazzo di via per San Pietro in Bevagna» si è lamentato uno degli anziani che frequenta regolarmente il centro, una delle pochissime “oasi” attrezzate della città. «Perché dobbiamo essere penalizzati proprio noi? Se ci tolgono questo Centro, non abbiamo più alternative in cui è possibile trascorrere le giornate, socializzando con altri anziani».
Anche agli spazi di questa struttura gli amministratori hanno pensato quando la Asl, nei giorni scorsi, ha bussato alle porte del Comune per chiedere locali in cui trasferire momentaneamente uffici e ambulatori del poliambulatorio di via per San Pietro in Bevagna. La direzione generale, ricordando che al “Marianna Giannuzzi” sono regolarmente svolte le attività di specialistica ambulatoriale, ha stabilito di trasferire il consultorio a Sava, in via dello Schiavo. Sempre a Sava, nella sede dell’UTR– Unità Territoriale di Riabilitazione, in piazza Risorgimento, è stato unificato il servizio di riabilitazione. L’ufficio vaccinazioni e l’ufficio patenti sono stati trasferiti in via per Uggiano 2a/2b nei pressi della villa comunale di Manduria.
Entrambi gli uffici saranno operativi a partire da lunedì prossimo (dalle ore 9 alle ore 12, da lunedì a venerdì). Spostati infine in via Corte Schiavone, presso il Centro Polivalente per Anziani, gli uffici della protesica e la PUA UVM, Porta Unica di Accesso e Unità di Valutazione Multidimenzionale (per ulteriori informazioni: 099.800.151)
L’assessore alle Politiche Sociali, Roberto Puglia, garantisce, però, che i disagi saranno circoscritti ad un arco temporale limitato.
«La Asl non sta riuscendo a trovare altri locali in cui trasferire gli uffici e gli ambulatori in precedenza ubicati nel palazzo di via per San Pietro in Bevagna, che è stato evacuato la settimana scorsa» afferma l’assessore Puglia. «In questa situazione di emergenza chiedo un sacrificio agli anziani. Capisco le rimostranze degli anziani, che si vedono sottratti degli spazi sinora utilizzati per trascorrere diverse ore della giornata. Però non abbiamo altre alternative e non possiamo restare insensibili alle richieste della Asl: possiamo negare dei servizi essenziali per la popolazione dell’intero comprensorio? La Asl potrebbe poi chiedere all’utenza di recarsi direttamente a Taranto per fruire degli ambulatori ora senza sede.
Posso però assumere un impegno: cercherò, in questo periodo transitorio (meno di due mesi), di riservare comunque una delle stanze del Centro agli anziani».


Foto e Testi © ManduriaOggi, vietata ogni riproduzione anche parziale.

Segnala questo articolo ad un amico