12/10/2017 08:16:13 - Manduria - Attualitą

MANDURIA - Il comitato "Don Bosco" chiede un incontro al commissario prefettizio






Saranno auspicati sicurezza e decoro per un ampio quartiere periferico della città, a lungo trascurato

 

Il presidente Giuseppe Tatullo e l’intero comitato di quartiere “San Giovanni Bosco”, porgendo il benvenuto al commissario prefettizio Francesca Adelaide Garufi, preannunciano la richiesta di un incontro ed elencano, pubblicamente, tutti i problemi del rione, che attendono da anni di essere risolti.

«Desideriamo inviare un cordiale saluto di benvenuto alla dr.ssa Garufi» dichiara Giuseppe Tatullo, «alla quale offriremo collaborazione per individuare gli interventi necessari a trovare un giusto equilibrio nella vita del nostro quartiere, che tenga conto in primo luogo della salute e della sicurezza del cittadino che vi abita, che vi lavora o vi si reca per svolgere le normali relazioni sociali».

I rappresentanti del quartiere S. Giovanni Bosco richiameranno la sua attenzione verso alcuni nodi prioritari, che riguardano il traffico, il decoro e la riqualificazione di una delle piazze del rione.

«Sono necessari interventi di moderazione del traffico in viale Aldo Moro, nella zona 865, in via per Uggiano e in via per San Pietro» ricorda Tatullo. «Per quel che riguarda viale Aldo Moro, è nota l’esasperazione di coloro che abitano lungo questa arteria e nelle aree limitrofe per tante ragioni: l’alta velocità con la quale viene percorsa dalle auto, la carenza di segnaletica, le precarie condizioni igieniche e i problemi di accesso alle abitazioni o addirittura al primo soccorso nel periodo in cui, prima, durante e dopo la Fiera Pessima, diviene sede di collocazione dell’area mercatale.

La zona 865 è interamente priva di rete di illuminazione pubblica. Occorre la riqualificazione di via per Uggiano, particolarmente nell’area delle case Ilva. Infine via per San Pietro risulta latente di segnaletica appropriata».

Poi c’è il problema della riqualificazione di piazza Maria Ausiliatrice.

«E’ il simbolo identitario, altamente riconosciuto dai residenti del quartiere, ormai fortemente disillusi dalla possibilità che venga concretamente attuato il progetto di manutenzione straordinaria e di riqualificazione della piazza, inserito nel piano triennale dei lavori pubblici 2014-16 con un investimento di 150mila euro, di cui non si ha chiara contezza dell’iter.

Come non ricordare che anche la parrocchia “San Giovanni Bosco” è coinvolta e coinvolge l’intero quartiere con entusiasmo   nei festeggiamenti di maggio in onore di Maria Ausiliatrice, considerata riferimento di fede e di vita per la comunità manduriana ormai da 60 anni.

Si ritiene fondamentale, dunque, che tutta la comunità manduriana sia solidale con questa richiesta di incontro, di confronto e di partecipazione alle scelte che la dr.ssa Garufi intenderà intraprendere nella sua piena autonomia per il futuro della nostra città».










Foto e Testi © ManduriaOggi, vietata ogni riproduzione anche parziale.

Segnala questo articolo ad un amico

 





CUCINA D’ASPORTO E CATERING CON
CONSEGNA A DOMICILIO

MENU DI VENERDI' 15 DICEMBRE

RISOTTO ALLA PESCATORA

ORECCHIETTE SPADA E MELANZANE

LASAGNA

TROFIE ZUCCHINE E GAMBERETTI

PARMIGIANA

LASAGNA AI CARCIOFI

FRITTURA DI CALAMARI

PESCE SPADA GRATINATO

BACCALA' FRITTO

COTOLETTE DI POLLO

ARROSTO DI MAIALE AL FORNO

BOMBETTE ALLA PIZZAIOLA

COSCE DI POLLO AL FORNO

PEPERONI ARROSTO

FINOCCHI GRATINATI

BIETOLE LESSE

CICORIE LESSE

RAPE STUFATE

FRITTATA DI SPINACI

VIA I Maggio, 4 Manduria 
Tel. 099-4001129   329-6722306

 




Ricerca