lunedì 24 giugno 2024

25/11/2011 09:07:23 - Avetrana - Politica

L’intervento dei consiglieri di minoranza

 
«La Corte dei Conti ha rilevato criticità e irregolarità nel Bilancio dell’Amministrazione».
A sostenerlo sono i quattro consiglieri di minoranza di Avetrana, che si rifanno alla presa d’atto di una delibera della Corte dei Conti inserita fra i punti dell’ultimo Consiglio Comunale.
«La delibera è un importante monito e atto d’accusa nei confronti dell’Amministrazione che, a detta della Corte, ha “… programmazione amministrativo–contabile carente e disordinata …”, una mancanza di rispetto delle regole contabili che inficia “… non solo l’attendibilità del rendiconto dell’Ente, ma soprattutto, può compromettere, spesso gravemente, l’intero sistema contabile …”» scrivono, in un comunicato, i quattro consiglieri comunali di minoranza Rosaria Petracca, Emanuele Micelli, Luigi Conte e Antonio Lanzo. «Qui solo pochi stralci della delibera della Corte dei Conti (ben 15 pagine dense di criticità e irregolarità commesse nella tenuta dei conti da parte dell’Amministrazione Comunale di Avetrana), ma la stessa è disponibile integralmente sul sito Avetrana.org o presso la sede dei partiti di opposizione. Tra l’altro non è questo il primo monito che riceve l’Amministrazione Comunale, perché già un anno prima aveva ricevuto un’altra delibera della Corte dei Conti con simili criticità e irregolarità rilevate».
Poi la minoranza si sofferma sulla discussione in Consiglio Comunale:
«L’Amministrazione Comunale non ritiene particolarmente grave il monito della Corte dei Conti, perché chiaramente disconosce le regole che la stessa Corte richiama per una corretta gestione contabile. Disconosce altresì la Corte stessa, in quanto più volte il sindaco ha affermato “me ne frego della Corte dei Conti, a casa mia decido io”, il suo menefreghismo d’altronde era già abbastanza chiaro, quando invitato a presentarsi presso l’organo di controllo, ha “declinato” l’invito. Le regole, per la nostra amministrazione, esistono solo in quanto possono essere aggirate è interpretate. Quale messaggio di legalità, quale rispetto delle istituzioni, quale eticità, viene trasmessa da chi ci rappresenta soprattutto alla popolazione più giovane?
Una incapacità reale a gestire un Bilancio comunale nel rispetto delle norme che governano la contabilità. Uno dei punto su cui la Corte dei Conti si è maggiormente soffermata è l’uso sconsiderato, enorme, patologico dello strumento dei debiti fuori bilancio. Questi, possono in realtà essere contratti ma solo per casi straordinari e imprevedibili, non per ogni spesa che il Comune deve sopportare».








img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora