martedì 16 luglio 2024

10/05/2012 11:20:41 - Sava - Politica

Gli eletti sia nel caso di successo di Iaia, sia nel caso di successo di Bellocchi

 
Sarà dunque ballottaggio fra Dario Iaia (35,64% dei voti) e il candidato del centrosinistra Giuseppe Bellocchi (19,76% dei voti). Restano fuori dal secondo turno per una manciata di voti il candidato del centrodestra Arturo Decataldo (28 voti in meno rispetto a Bellocchi) e quello del Laboratorio Politico per l’Alternativa Ivano De Cataldo (77 voti in meno).
Fuori dai giochi, sin dalle prime schede scrutinate, il candidato di Udc e Popolari delle Libertà, Vito Sammarco, ultimo con il 3,97% dei voti, e il candidato della lista civica “Sava un futuro migliore”, Giovanno Caforio, con il 4,13% dei voti.
E’ questo il responso del primo turno elettorale a Sava. Una competizione mai così incerta, che si è giocata sul filo dei voti sino alle ultime schede scrutinate, ben oltre la mezzanotte. Dato quasi per scontato l’acquisizione di un posto al ballottaggio per Dario Iaia, candidato del Patto per Sava, la lotta è rimasta accesa, sino alla fine, per l’attribuzione del secondo posto, con emozioni altalenanti, frutto di un promettente avvio di Ivano De Cataldo nelle prime fasi dello scrutinio, dell’exploit di Arturo Decataldo nella fase centrale (a lungo veniva dato per sicuro il suo successo alle spalle di Iaia), e alla incredibile rimonta finale di Giuseppe Bellocchi, maturata nella parte finale delle operazioni di sfoglio.
In base ai risultati del primo turno, questi sono le possibili composizioni del nuovo Consiglio Comunale.
Nel caso in cui al ballottaggio prevalesse Iaia, la maggioranza sarebbe composta da 3 consiglieri del Fli (Mario Antonio Mancini, 220 voti; Maurizio Pichierri 114; Leonardo Franco 82. Primo dei non eletti: Giuseppe Massarelli 81), tre consiglieri di Sava Protagonista (Fabio Pichierri 256 voti; Domenico Gigante 207; Cataldo Zurlo 96. Primo dei non eletti Mirko Piccolo 88), due consiglieri del Gruppo Politico Autonomo (Pasquale Calasso 172 voti; Gaetano Leo 70. Primo dei non eletti Gianluca Sileno 60), due consiglieri di Libertà e Partecipazione (Giuseppe Saracino 192 voti; Salvatore De Felice 60. Primo dei non eletti Corrado Agusto 57).
La minoranza sarebbe invece composta dai tre candidati a sindaco più suffragati, ovvero Giuseppe Bellocchi, Arturo Decataldo e Ivano De Cataldo, nonché da un consigliere del Pd (Mimmo Spagnolo 201 voti. Primo dei non eletti Giuseppe Brigante 186 voti) e uno del PdL (Graziano De Mauro 179 voti, Primo dei non eletti Mario Balestra 175) e uno di Sel (Enrico Consoli, 160 voti, primo dei non eletti Veronica De Marco).
Nel caso in cui vincesse Bellocchi, la maggioranza sarebbe composta da 7 consiglieri del Pd (Mimmo Spagnolo 201 voti; Giuseppe Brigante 186; Daniele Scardino 159; Giuseppe Giumentaro 157; Bruno Ariano 123; Silvio Mattia Testa 97; Giuseppe Lamusta 90 (primo dei non eletti Mario Frioli 83), due consiglieri della lista Noi Centro (Gaetano Lomartire 121 voti; Gaetano Rossetti 66. Primo dei non eletti: Francesco Bisci 65) ed un consigliere del Psi (Claudio Leone 125 voti. Primo dei non eletti: Pasquale Rubino 102).
La minoranza sarebbe invece composta dai tre candidati a sindaco più suffragati, ovvero Dario Iaia, Arturo Decataldo e Ivano De Cataldo, nonché da un consigliere del Fli (Mario Antonio Mancini), un consigliere di Sava Protagonista (Fabio Pichierri). e un consigliere del Pdl (Graziano De Mauro)
Ma queste composizioni potrebbero essere rivoluzionate nel caso in cui dovessero essere stabiliti degli apparentamenti.








img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora