lunedì 24 giugno 2024

16/08/2012 07:16:31 - Avetrana - Appuntamenti

Tre gli artisti che si esibiranno: Vito Spada, “I malicanti” ed Enza Pagliara

 
Vito Spada, cantastorie jonico, musicista poliedrico attore e banditore, il gruppo garganico “I malicanti” ed Enza Pagliara, cantante di musica tradizionale salentina.
Saranno queste le attrazioni dell’undicesima edizione di Griot, la rassegna di “cunti e canti dal Gargano al Salento” proposta dalla Pro Loco di Avetrana, in programma per domani (venerdì) nel centro storico della cittadina jonica.
Vito Spada, uno dei tre artisti protagonisti della rassegna ha partecipato a numerosi festival dell’arte di strada (Mercantia, Salento Buskers, Ferrara Buskers Festival, Festival dell’arte di strada di Ostuni), e collaborato a diversi progetti di musica popolare, balcanica e d’autore.
E’ fondatore della compagnia “La leggera”, con Andrea Ceccarelli, “La Compagnia della Pietra che Canta”, con Claudia e Brunella Tegas, e “Duo di Due”, con Francesco Dracca (direttore dei Pachamama).
Attualmente collabora con numerosi artisti pugliesi.
Subito dopo si esibiranno il gruppo “I malicanti”, che propongono suoni potenti ma tradizionali, interamente appartenenti alle tradizioni musicali pugliesi. Il concerto è composto da tarantelle da ballo, musica da festa ritmata e incalzante, e in essi le chitarre battenti e i tamburelli, insieme all’organetto, giocano la parte protagonista. La voce è invece la protagonista del resto del repertorio: serenate d’amore, canzoni di sdegno, e canti a distesa, e la maggior parte del repertorio viene da Carpino e San Giovanni Rotondo.
Gli artisti dei Malicanti: Elia Ciricillo, tamburo e chitarre (francese e battente), Enrico Noviello, chitarra battente, Pio Gravina, chitarre (francese e battente) e Valerio Rodelli, organetto.
Lo spettacolo sarà concluso da Enza Pagliara, nota cantante salentina che da circa quindici anni canta sui palchi del mondo intero, con intimo orgoglio, le arie della cultura popolare del Salento, Cultura fatta di canti epico-lirici, leggende, serenate, dialoghi improvvisati in forma di stornelli, invocazione di Santi per le guarigioni.
Durante la serata di “Griot”, Pagliara presenterà il suo ultimo progetto “Bona crianza”, che mira al rinnovo della tradizione. Da qui l’incontro con strumenti tipici della banda, che costituisce un'altra importante realtà musicale pugliese, e di altri strumenti oramai diffusi su scala globale e ben rappresentati da validi musicisti sul territorio regionale.
“Bona Crianza” è una tappa del percorso artistico e umano che Enza Pagliara condivide, sin dall’inizio della sua carriera, con il fisarmonicista e compositore Antongiulio Galeandro, con Redi Hasa violoncellista, con Gianluca Longo, mandolista, con Alessio Anzivino al basso tuba, con Mario Grassi alle percussioni, con Claudia De Ventura alla voce e con Giorgio Distante alla tromba.








img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora