domenica 16 giugno 2024

19/11/2012 10:23:11 - Sava - Politica

L’esito della conferenza stampa del sindaco di Sava

 
Il sindaco Dario Iaia ha convocato la stampa per tracciare un consuntivo dei primi sei mesi della sua Amministrazione.
«Abbiamo cominciato con la riorganizzazione degli uffici, così come promesso» ha dichiarato Iaia. «Abbiamo indicato degli obiettivi precisi e non più aleatori, che i responsabili dei servizi devono conseguire, con il costante monitoraggio degli assessori di riferimento. Intendiamo valorizzare le risorse che abbiamo a disposizione, puntando sull’ordine interno e gestionale del palazzo municipale. A tal proposito, abbiamo ritenuto doveroso percorrere anche la strada della continuità, per quanto riguarda opere appaltate in precedenza e tuttavia mai partite. Da maggio in poi, l’impegno costante dell’assessore ai Lavori Pubblici, Pasquale Calasso, ha consentito di sbloccare i lavori di piazza Risorgimento, della pista ciclabile e della fogna bianca. Si è dato il via, poi, ad una gara per l’adeguamento termico degli immobili comunali (da gasolio a metano per favorire il risparmio), con l’imminente collocazione anche di pannelli fotovoltaici su alcuni immobili comunali. Si è concretizzato il rifacimento di diverse strade. Domani (martedì) sarà firmato il contratto per l’adeguamento dell’area che ospiterà l’ufficio tecnico, spostamento questo promesso anche in campagna elettorale. In tal modo, il palazzo Spagnolo Palma ed i suoi affreschi vedranno finalmente, una fruizione differente, così come meritano».
Iaia si è soffermato anche su altri settori della vita amministrativa.
«Per quel che riguarda l’ecologia, il lavoro dell’assessore, Fabio Pichierri ha consentito la pulizia di zone come quella industriale, le piazze, i rondò, l’area mercatale e tante altre. In alcuni casi, come per i tombini, è stato necessario utilizzare addirittura il martello pneumatico per liberarli, tanto era la sporcizia presente in paese. Tuttavia spesso ci siamo scontrati» ammette il sindaco «anche con l’incuria dei cittadini. Per questo, si è dovuto intervenire con ordinanze e conseguenze penali per i proprietari di terreni trasformati in discariche».
Un passaggio anche sulla raccolta differenziata.
«Sava ha registrato dei ritardi per carenza di documentazione che doveva essere fornita dalla Prefettura di Roma al Comune. Ora, finalmente, abbiamo tutto ed a gennaio si partirà con il porta a porta spinto. Ad oggi» confessa il sindaco, «i rapporti con le ditte che operano in deroga nel settore rifiuti non è dei migliori. Abbiamo rifiutato di concedere loro un aumento del canone, a fronte di un servizio che non ci soddisfa. Pertanto, quando partirà la differenziata con la nuova ditta che si è aggiudicata la gara, metteremo subito le cose in chiaro. Gli impegni contrattuali vanno rispettati, il passato è passato, ora la musica è cambiata».








img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora