domenica 19 settembre 2021

08/06/2016 07:51:28 - Avetrana - Politica

«La nuova giunta? Un mix di esperienza ed esuberanza giovanile»

Ha vinto, nel segno della continuità, Antonio Minò, 56 anni, assessore alle Politiche Sociali uscente dell’Amministrazione-De Marco. L’elettorato avetranese ha premiato quasi tutti i rappresentanti della coalizione di centrodestra che ha governato la comunità nell’ultimo decennio, che erano in lista a dar man forte alla candidatura di Minò.
«Ero fiducioso sull’esito di questa consultazione» afferma il nuovo sindaco di Avetrana. «Avevo previsto uno scarto di 200 voti rispetto al secondo: ci sono andato molto vicino. Mi aspetta un impegno gravoso, ma sono onorato di assolvere a questo compito. Sono già pronto a lavorare. Ci sono tanti progetti da portare da completare e tanti altri da avviare: mi riferisco alle piazza Giovanni XXIII e Parlatano, alla casa sociale per adulti, al centro operativo comunale della protezione civile, ai progetti per il Pirp. La nuova giunta? Sarà un mix di esperienza ed esuberanza giovanile».
Scontata la riconferma a vice sindaco di Alessandro Scarciglia. Del nuovo esecutivo potrebbero far parte anche Antonio Baldari, Mimma Manna e Claudia Scredo.
La divisione in due tronconi ha dunque penalizzato il centrosinistra. Troppe due liste per sperare di battere un gruppo comunque forte come quello capeggiato da Minò, che, al contrario, è riuscito a ricompattarsi proprio sul filo di lana, qualche ora prima, ovvero, della presentazione delle liste. Se si fosse riusciti a trovare un’intesa, dopo la spaccatura originata dall’esito delle primarie, il centrosinistra avrebbe avuto decisamente più chances di vittoria. Anche se l’analisi non può essere ridotta ad una mera questione algebrica, sommando i voti riportati da Emanuele Micelli (secondo per numero di voti) e da Rosaria Petracca (oltre 2.800), il centrosinistra avrebbe avuto l’opportunità di affermarsi in surplace. Bisogna ora solo sperare che lo schieramento metta a frutto in futuro questa lezione.
Alle altre due liste solo una manciata di voti: 112 ad Antonio Scarciglia e 24 a Pompilio Rizzello. Entrambe queste liste restano fuori dal nuovo Consiglio.
In tema di preferenze, boom di Luigi Conte (Avetrana riparte), che ne ha ottenute 665. Seconda per numero di voti Lucia Vacca (Cambiamo Avetrana), con 431. Sul podio anche Alessandro Scarciglia (Per Avetrana), con 333.








img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora