03/02/2019 18:12:42 - Manduria - Calcio

In gol Riezzo (dal dischetto) e ancora Conte

 

MANDURIA-MEMORY CAMPI 2-1

MANDURIA: Anastasia, Vantaggiato, Gallone; Erario (s.t. 37’ Nodriano), Calò, Danese; Riezzo (s.t. 40’ Mero), Arcadio, Minelli (s.t. 27’ Perrucci), Conte (s.t. 24’ Pisello), Zaccaria. All.: Leone. A disp.: 12 Marinò, 15 Montervino, 18 Margarito, 19 Sanasi, 20 Scialpi.

MEMORY CAMPI: Polito, Errico, De Marco (s.t. 22’ Politi); Tafuro (s.t. 18’ Miccoli), Calabrese, Tommasi; Caraccio, Commendatore, Friscina, Maci, Marasco (s.t. 24’ Godwin). All.: Maci. A disp.: 12 Dell’Anna, 13 Centonze, 14 Latino, 15 Naccarato, 16 De Perto, 20 Castrignano.

ARBITRO: Caldarulo di Bari.

RETE: p.t. 32’ Riezzo su rig.; s.t. 20’ Conte; 40 Friscina.

NOTE: ammoniti  Pisello e Calò (M), Errico e Commendatore (MC).

MANDURIA – Un gol per tempo e il Manduria liquida anche il Memory Campi, conservando immutati sia lo svantaggio dalla capolista Matino (che si conferma una macchina da gol) sia il vantaggio sul Veglie (sotto di una rete, ha ribaltato il punteggio).

Buona la prova del Manduria nel primo tempo, con la superiorità sancita dal vantaggio di Riezzo siglato dal dischetto (il calcio di rigore era stato concesso per un fallo subito dallo stesso esterno offensivo del Manduria. Pochi minuti dopo Gallone centra la traversa con un tiro dalla lunga distanza, che avrebbe sicuramente meritato miglior sorte.

Nella ripresa la rete della tranquillità è firmata dallo juniores Conte (sempre più una certezza questo ragazzo), che ha risolto con una zampata vincente una mischia nell’area salentina.

A cinque minuti dal termine la rete della bandiera del Campi. Ormai iniziano a diventare una costante le reti subite nell’ultimo scorcio della partita dal Manduria. Serve una concentrazione massima sino al 90’, per evitare di essere raggiunti come è accaduto a Poggiardo. In questa lotta a tre, non ci si può permettere più di perdere punti.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora