26/02/2019 09:20:40 - Manduria - Cronaca

Una cooperativa di Manduria avrebbe omesso di pagare le tasse causando un danno all’erario per 385mila euro

 

Maxi evasione fiscale a Manduria. Le Fiamme gialle hanno scoperto che una cooperativa di Manduria avrebbe omesso di pagare le tasse causando un danno all’erario per 385mila euro.

La stessa somma è finita sotto sequestro in esecuzione di un decreto della Procura di Taranto. I militari della Compagnia

di Manduria hanno eseguito il provvedimento - un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla “confisca per equivalente” -, facendo scattare i sigilli a beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, per un totale di 385.600 euro, nei confronti

di una società cooperativa di Manduria, rivelatasi evasore totale.

L’impresa eseguiva attività di “lavori di completamento e finitura di edifici”.

Nei guai è finito il suo rappresentante legale, un noto commercialista che opera nella cittadina messapica.

Il provvedimento cautelare, emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto Vilma Gilli, su proposta del pm della Procura della Repubblica Giorgia Villa, arriva in seguito ad una verifica fiscale eseguita dalle Fiamme Gialle

di Manduria nel maggio 2018 nei confronti della citata società cooperativa, all’esito della quale è stata constatata l’omessa dichiarazione di ricavi per oltre un milione di euro e la conseguente evasione di Iva per 125 mila euro.

Il rappresentante legale fu denunciato per omessa dichiarazione e occultamento o distruzione di documenti contabili e sul suo conto fu anche appurata la radiazione, avvenuta nel novembre 2017, dall’Ordine dei dottori Commercialisti e degli esperti

contabili di Taranto per «gravi e molteplici violazioni penalmente rilevanti».

L’ammontare complessivo del sequestro eseguito dalla Finanza è pari al totale delle imposte evase.

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora