18/03/2019 19:59:54 - Manduria - Calcio

Manduria a forza 12, benché abbia tenuto a riposo qualche titolare. La Virtus Matino risponde a Soleto (4-1). E domenica c’è la resa dei conti in terra leccese…

 

Miglior attacco (75 reti in 25 gare, 3 di media a partita); migliore differenza reti (+46), maggior numero di vittorie (19); capocannoniere del girone (Riezzo, con 21 reti); terza migliore difesa del girone.

Sono numeri, è vero, che contano tanto quando mancano 5 giornate al termine del campionato e quando domenica prossima sei atteso dal big match di Matino. Una partita di ricca di fascino, che mette in palio il salto diretto in Promozione.

Si confrontano e si scontrano le due dominatrici della stagione. Si misurano il “maestro”, Antonio Toma, allenatore indimenticato a Manduria, artefice della straordinaria promozione in serie D e di due stagioni indimenticabili in questo campionato. Uomo, prima che professionista del calcio, che nella città messapica

Con lui, si misurerà “l’allievo”: Lorenzo Leone, una delle “frecce”, insieme a Ciccarese, delle corsie biancoverdi. Uno degli “strumenti” che mister Toma utilizzava per scardinare le difese avversarie. Da lui, sicuramente, l’attuale allenatore del Manduria avrà “imparato” trucchi e tecniche del mestiere.

Quasi sempre, l’allievo tende a superare il maestro. Non c’è ne voglia mister Toma e la Virtus Matino, ma qui a Manduria tutti sperano che questo detto possa confermarsi anche domenica prossima. Con l’augurio, comunque, che entrambe le squadre possano raggiungere la Promozione e sfidarsi nuovamente il prossimo anno.

Da non sottovalutare, poi, il Veglie, che, in caso di successo in trasferta sul Capo di Leuca (ipotesi molto probabile), avvicinerebbe la squadra perdente del match clou o addirittura entrambe in caso di pareggio. E, poi, il Veglie potrebbe giocarsi tutto nell’ultima giornata, quando ospiterà proprio il Manduria.

 

I tabellini:

SOLETO - VIRTUS MATINO 1-4

SOLETO: Profeta (De Benedetto), Congedo (Cioffi), Candito, Zollino L., Marra, D’Amico, Stanca (Mancarella), Zollino A., Cuna, Dettù (Palumbo), Kourouma (Bruno). All. Inglese.

VIRTUS MATINO: Gabrieli, Leanza, Tundo A., Riccio, Seclì (Toma), Pellè (Errico), Greco (Rosafio), Tondo E., Gabrieli (Cavalera), Manisi, Garcia Miranda (De Blasi). All. Toma.

ARBITRO: Rossi di Molfetta.

RETI: 10’pt Greco, 23’Manisi; 21’st Garcia Miranda, 26’st De Blasi, 28’Cuna.

Poker in trasferta per la Virtus Matino. L’undici di mister Antonio Toma passa sul campo del pericolante Soleto e conserva la vetta della classifica assieme al Manduria allenato da Lorenzo Leone. Ai giallorossi di casa, privi di numerosi calciatori tra assenze e squalifiche, non basta l’impegno e la volontà dinanzi ai più blasonati avversari. Il match si mette bene per la Virtus

già nel primo tempo, grazie alle reti di Greco e Manisi. Nella ripresa, gli ospiti allungano ancora con Garcia Miranda e De Blasi, subentrato al compagno di squadra. La segnatura di Cuna rende meno amara la pillola per il Soleto, ma non cambia la sostanza della gara. Domenica prossima, la sfida che vale una stagione: la Virtus Matino attende la visita del Manduria.

 

 

MANDURIA - SANARICA 12-0

MANDURIA: Anastasia (Tolardo), Vantaggiato (Pisello), Gallone, Erario (Conte), Calò, Danese, Riezzo, Nodriano, Minelli, Perrucci (Mero), Zaccaria (Pichierri). All. Leone

SANARICA: Panico (Cagliuli), Marsano (Russo), Natali, Darry, Catamo (Carrozzo), Ruggeri, Saracino (Fracasso), De

Pascali, Stampete (Persano), Todaro, Odigie. All. De Iaco

ARBITRO: Paparella di Bari

RETI: 2’ pt Perrucci, 6’ pt Zaccaria, 19’ pt Zaccaria, 21’ pt Minelli, 24’ pt, Riezzo 38’ pt Minelli, 42’ pt Minelli, 45’ pt Riezzo, 2’ st Gallone 5’ st Riezzo, 30’ st Zaccaria, 33’ st Gallone.

Il Sanarica contro la prima della classe subisce il passivo più pesante di questa tribolata annata, tornato a casa con 12 gol sul groppone. Nulla poteva alla vigilia la squadra di De Iaco contro una delle due corazzate del girone,e l’andamento della gara ha confermato le previsioni della vigilia.

Anche perché i giallo-neri, pur avendo recuperato alcuni calciatori infortunati, sono scesi in campo con tanti ragazzi della compagine Juniores.

 

 

 

VEGLIE-LEVERANO 3-1

VEGLIE: Liaci, Ghazi, Zecca, Sambati, Bergamo (Carrozzo), Diallo, Keita (Jarjue), Baba, Franza (Fioschini), Lillo, Bayo (Bruno). All. Tondi.

LEVERANO CALCIO: Colapietro, Blasi, Martina, Rollo (Turco), Nestola, Taurino, Mello, Caputo (Nocita), Liccardi, Podo (Savina), Guastella. All. Russo.

ARBITRO: Diella di Barletta.

RETI: 5’ pt Baba, 36’ pt Martina; 24’ st Carrozzo, 37’ st Franza.

Il derby ha sorriso al Veglie, che ha imposto la propria superiore caratura ad un Leverano Calcio combattivo e ben messo in campo. I locali hanno fatto centro al 5’. Keita ha centrato la traversa, la sfera è giunta a Baba, che ha insaccato alle spalle dell’incolpevole Colapietro. Al 36’ gli ospiti hanno pareggiato con Martina, su punizione. Nella ripresa, la formazione allenata da Tondi si è riportata in vantaggio al 24’, con Carrozzo, per poi mettere al sicuro il risultato al 37’, con Franza.

 

 

POGGIARDO - CITTÀ DI RACALE 4-1

POGGIARDO: Giannetta, Longo (Piccinno L.), Tampano, De Marianis (Dorsu), Jacob, Piccinno C., Urso, Casciaro (Ingletto), Marti (Quarato), Pascuttini, Malorgio (Piccinno T.). All. Mitri.

CITTÀ DI RACALE: Casalino, De Florio (Corvaglia), Gerundio, Casto, Natale, Fiorenza, Margarito, Preite (Francioso), Mij, De Pietro, Savino (Tricarico). All. Mauro.

ARBITRO: Colazzo di Casarano.

RETI: 9’ Jacob, 13’ Margarito, 15’ e 66’ Malorgio, 33’ Pascuttini.

NOTE: Espulsi al 43’ Mij e al 74’ Fiorenza.

Un Poggiardo incontenibile supera il Città di Racale e si porta al quarto posto in classifica. Locali in rete al 9’ con Jacob, pronto a ribattere nel sette la respinta di Casalino su conclusione di De Marianis. Al 13’ Margarito (assist di Casto)

pareggia ma 2’ appresso Malorgio sigla il primo dei due gol personali (il secondo al 21’ della ripresa), intramezzati dalla marcatura di Pascuttini al 33’, giunta al termine di un’azione devastante avviata da Longo.

 

 

VIRTUS LECCE - CAPO DI LEUCA 3-1

LECCE: Aprile, Camassa, Guido, Paladini, Giannone A. (Conte), Giannone Al., Riezzo, Palermo, Protopapa (Merico), Montinaro (Zecca), De Gennaro (Greco). All. Corvaglia.

CAPO DI LEUCA: Panico, Costantini, Scorrano, Caracciolo, Petracca, Ferraro, Piccinni (Florio), D’Amato, Belfiore, Monteduro, Martena. All. De Giuseppe

ARBITRO: Pezzolla di Bari

RETI:11’pt Belfiore, 30’pt Riezzo, 8’st Montinaro, 31’st Protopapa

Vittoria di carattere per la Virtus Lecce, che sale al quarto posto solitario della classifica. Ospiti in vantaggio all’11’ con Belfiore bravo a beffare Aprile con un pallonetto di testa. La squadra di casa riorganizza la proprie fila, fallisce alcune buone

occasioni, poi trova il pari al 30’ con Riezzo ben servito da Protopapa. Nella ripresa è sempre la Virtus a dettare i tempi del gioco, e la compagine di Corvaglia legittima la propria superiorità con le marcature di Montinaro (tiro piazzato dalla distanza) e Protopapa (su assist di Montinaro).

 

 

 

COPERTINO - REAL GALATONE 2-0

COPERTINO: Bruno, Causio, Sterlicchio, Renis, Perrone, Ndiaye, Notaro, Spagnolo, De luca, Frisenda, Bernardo A disp. Fachechi, Stifanelli, Morello Pellegrino All. Renis

GALATONE: Costante, Spagnolo, D’Amore, Spedicato, Saljai, Ungaro, Tunno, Gatto, De Matteis, Scigliuzzo, Carrozza A Disp. Minerba, Negro, Della Rucca, Fattizzo, Calo’, Scarcello, Bruno All. Carpentieri

ARBITRO: Bovino di Lecce

RETI:15’pt e 37’st Notaro

Il Copertino regola in scioltezza il Galatone grazie a una doppietta di Notaro. I ragazzi di Renis giocano una discreta partita, vanno in vantaggio dopo appena 15’ grazie a una mischia in area di rigore e controllano l’incontro senza grosso patemi. Nel secondo tempo Notaro chiude i giochi grazie a un magistrale contropiede. Frisenda e compagni brindano alla salvezza matematica, purtroppo gli undici pareggi in campionato pesano come un macigno sul cammino verso i playoff. Solo un tracollo del Veglie potrebbe portare i ragazzi di Renis agli spareggi promozione.

 

 

SECLI’ - FUTURA MONTERONI 3-1

SECLI’: Maccagnano, Rizzello, Greco P. (Suppressa), Giannotta, Malangugno (Migali S.), Tundo L. (Zollino), Mangia (Buccella), Migali A., De Leo (Contaldo), Andronico, Cuppone. All.: Cardinale.

MONTERONI: Bortone, Lamusta, Sgambati, Mello (Kemani), Vadacca (Caione), Saracino, Colonna, Petrelli, Taurino (Buonfrate), Quarta G., Diaw (Quarta G.). All. Manco.

ARBITRO: Nasca di Bari

RETI: 3’pt Cuppone, 6’pt Colonna (rig.), 40’pt Migali, 30’st Mangia

Seclì bello e vincente contro la Futura Monteroni. La squadra di Domenico Cardinale apre le danze del gol già al 3’ con Alessandro Cuppone. Gli ospiti reagiscono a stretto giro di posta, e raggiungono il pari con il rigore trasformato da Colonna. La voglia del Seclì è elemento indispensabile per incidere sulla gara ed al 40’ Migali riporta i gialloverdi in vantaggio su traversone di Mangia. Nella ripresa lo steso Mangia infila un tap in vincente che al 30’ chiude definitivamente la contesa.

 

 

CAMPI - ATLETICO VEGLIE 1-2

MEMORY CAMPI: Borrelli, Errico (Presicce), De Perto (Miccoli), Jariou, Calabrese Michele, Tommasi, Caraccio, Tafuro

(Marasco), Ferrara, De Marco, Friscina (Dampha). All. Maci.

ATLETICO VEGLIE: Bollardi, Magliani, Pendinelli, Taurisano, Gatto, Sanha, Lupo (Mohamed), Pizzieleo, Catalano,

Spedicato (Grandioso), Piumetto. All. Calabrese Roberto.

ARBITRO: Scapati di Taranto.

RETI: 20’ pt Pizzileo, 43’ pt Calabrese, 46’ st Mohamed.

Colpaccio esterno dell’Atletico Veglie, che ha espugnato il terreno della Memory Campi, incamerando tre punti preziosi

nell’ottica della lotta in atto per il raggiungimento della salvezza diretta. A fare il match è stata la squadra di casa, che però ha avuto il demerito di riuscire a sfruttare solo una delle opportunità create ed è stata beffata nei minuti di recupero dal complesso ospite.

 

 

La classifica:

58 Matino, Manduria

53 Veglie

40 Poggiardo

39 Virtus Lecce

38 Racale, Copertino

37 Seclì

33 Capo di Leuca

31 Galatone

30 Campi

29 Atletico Veglie

27 Monteroni

26 Leverano

20 Soleto

5 Sanarica

 

 

I marcatori:

21 reti: Riezzo (7 su rig., Manduria)

17 reti: Caraccio (Memory Campi, 1 su rig.), Protopapa (Virtus Lecce, 1 su rig.)

16 reti: Gabrieli (Virtus Matino, 3 su rig.)

15 reti: Minelli (Manduria-Latiano, 2 su rig.),

14 reti: Mangia (Seclì, 1 su rig.),

13 reti: Franza (Veglie),

11 reti: Alessandrì (Soleto-Matino, 3 su rig.), Lillo (Veglie), Zaccaria (Manduria),

10 reti: Nocita (Leverano), Pirelli (Capo di Leuca, 2 su rig.), Manisi (Virtus Matino), Garzia (Virtus Matino)

9 reti: Coppola (Capo di Leuca),

8 reti: Di Donato (Atletico Veglie), Casto (Città di Racale), Calabrese (Capo di Leuca),

7 reti: Capone (Città di Racale, 2 su rig), Bernardo (Copertino, 2 su rig.), De Luca (Copertino, 3 su rig.), Carrozzo (Veglie)

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora