15/04/2019 21:41:05 - Manduria - Calcio

Domenica Veglie e Manduria si giocano il secondo posto

 

Il campionato di Prima categoria ha emesso il suo secondo verdetto, decretando la retrocessione matematica del Soleto. A 90’ dalla conclusione della stagione regolare, l’undici allenato da Leuccio Inglese è attestato a quota 21 ed ha un ritardo di 10 lunghezze dal Real Galatone, la rivale più vicina.

Ebbene, nell’ultima giornata, questo gap può ridursi al massimo a 7 punti, ovvero un margine superiore a quelle 6 lunghezze che permetterebbero al Soleto di giocarsi la permanenza nei play out.

Il penultimo turno di ritorno ha avvicinato ulteriormente la Virtus Matino al salto diretto in Promozione. La capolista ha espugnato per 2-0 il difficile terreno del Copertino quarto in graduatoria, balzando a quota 70 e confermandosi a +3 dal Manduria che, a sua volta, ha travolto per 5-0 il Seclì. Negli ultimi 90’, alla compagine allenata da Antonio Toma basterà pareggiare, tra le mura amiche, contro la Memory Campi, per fare festa. La squadra tarantina diretta da Lorenzo Leone, dal canto suo, dovrà invece difendersi dall’assalto del Veglie che, facendo leva sui vantaggi derivanti dal fattore campo, cercherà di conquistare il bottino pieno e di scavalcarla in classifica, strappandole la piazza d’onore.

 

 

I tabellini:

COPERTINO-VIRTUS MATINO 0-2

COPERTINO: Bruno, Pinto (Mento), Sterlicchio, Renis, Perrone, Causio, Notaro, Ndiaye, Spagnolo (Stefanelli), Frisenda, Bernardo. All. Renis.

VIRTUS MATINO: Gabrieli, Leanza, Tundo, Riccio, Galante, Seclì, Pellè, (Errico) Toma, (Tundo) Gabrieli, (Martalò) Manisi, (Rosafio) (Greco) Lucas. All. Toma

ARBITRO: Aratri Roberto di Bari

RETI: 12’st Lucas 43’st Seclì

NOTE:espulso al 34’st Mento

Ad Arnesano la Virtus Matino vince 2-0 contro il Copertino e vede la Promozione a un solo punto di distanza. Le due squadre, nel primo tempo, si equivalgono e i due portieri sono inoperosi; da segnalare uno splendido tiro di Bernardo che sorvola di poco la traversa.

Nel secondo tempo la partita continua a essere combattuta ma gli uomini di Toma riescono a sbloccare grazie a un lancio di Leanza per Lucas, che trafigge con freddezza Bruno. Mento, entrato da dieci minuti, vieni espulso per un fallo di mano da ultimo uomo. I rossoverdi provano lo stesso a reagire ma quasi allo scadere Seclì chiude i conti. Domenica prossima Gabrieli

e co. ospiteranno la Memory Campi, pronti a festeggiare l’approdo in Promozione. Gli uomini di Renis rimangono al quarto posto ma dovranno vincere a Leverano per conservare questa posizione.

 

 

MANDURIA SPORT-SECLÌ 5-0

MANDURIA: Anastasia (Tolardo), Gallone, Margarito (Pisello), Erario (Nodriano), Calò, Danese (Mero), Riezzo, Arcadio (Pichierri), Zaccaria, Conte, Perrucci. All. Leone.

SECLÌ: Consiglio, Contaldo, Rizzello, Migali, Tundo (Greco A.), Zollino, Mangia (Maccagnano), Mariano, Colazzo (Buccella), Andronico, Cuppone (Suppressa). All. Cardinale.

ARBITRO: Cantoro di Brindisi

RETI: 3’ pt Zaccaria, 10’ pt Tundo (aut.), 25’ pt Riezzo (rig.), 33’ pt Zaccaria, 38’ pt Margarito.

Pokerissimo del Manduria contro il Seclì. I padroni di casa, pur dipendendo dai risultati della capolista Matino, inseguono ancora la possibilità di approdare direttamente in Promozione eludendo l’impegno dei play off; gli ospiti invece pensano ormai al prossimo torneo, senza nessuna pressione di classifica da tenere a bada.

Con simili premesse, in campo ci vanno solo i padroni di casa che in poco più di mezz’ora realizzano quattro reti (Zaccaria al 3’; autorete di Tundo al 10’; Riezzo su rigore al 25’ e ancora Zaccaria al 33’) prima di «concentrarsi» sulla speranza di ricevere buone notizie da Copertino, sede della sfida esterna del Matino. Nella ripresa è pura accademia, ma c’è ancora spazio per la quinta marcatura locale, firmata da Margarito al 38’.

 

 

POGGIARDO-VEGLIE 2-4

POGGIARDO: Giannetta (Minnella), Longo (Piccinno T.), Desiderato, Quarta, Jacob, PiccinnoL., Tampano, Casciaro (Quarato), Malorgio (Ruggeri), Pascuttini, Fanciullo (Negro). All. Mitri.

VEGLIE: Bush, Gazi, Zecca, De Luca, Bergamo, Cofano, Yaya, Baba, Bayo (Carrozzo), Lillo (Lamin), Thierno (Calasso). All. Tondi.

ARBITRO: Lavenuta di Bari.

RETI: 23 Lillo, 54’ Bayo, 77’ e 94’ Carrozzo, 80’ Piccinno T., 83’ Piccinno L.

NOTE:Espulsi Quarta e Desiderato.

Il Veglie supera a domicilio il Poggiardo e conserva i due punti di ritardo dal Manduria in attesa del confronto diretto dell’ultima gara che deciderà la sede della finale play off. Gli ospiti, sul 3-0 a 10’ dal termine, rischiano però di essere raggiunti sul pareggio dai locali in inferiorità numerica (azione in area di rigore di Pascuttini ma l’assist finale non è intercettato dai compagni di squadra), salvo poi realizzare con Carrozzo il sigillo della tranquillità al 4’ di recupero.

 

 

CAPO DI LEUCA-CITTÀ DI RACALE 1-0

CAPO DI LEUCA: Toscano, De Giorgi, Scorrano (Costantini), Caracciolo, Palese, Melle, Coppola D. (Massaro), Ferraro (Petracca), Calabrese, Belfiore (Martena), Pirelli. All. De Giuseppe.

CITTÀ DI RACALE: Casalino, Corvaglia (Mij), Francioso, Casto, Natale, Preite, Margarito, De Florio (Tricarico), Coppola M., De Pietro, Gerundio. All. Mauro.

ARBITRO: Scorrano di Lecce.

RETI: 47’st Calabrese.

NOTE: espulso Mij.

Il gol di Antonio Calabrese in pieno recupero regala tre punti al Capo di Leuca. Si chiude con una vittoria la stagione tra le mura amiche del team allenato da mister De Giuseppe: la squadra di casa ha la meglio di un volitivo Città di Racale, al termine di una gara combattuta e maschia. Le due formazioni, con la chiara volontà di fare bottino pieno, dannno vita a un match vivace, condito da otto cartellini gialli e uno rosso sventolato dall’arbitro Mij. La contesa si decide allo scadere, Calabrese non lascia scampo a Casalino.

 

 

VIRTUS LECCE-LEVERANO non disputata per impraticabilità di campo

LECCE: Aprile, Camassa, Guido, Longo, Paladini, Antonazzo, Riezzo, Zecca, Protopapa, Palermo, Greco. All.: Corvaglia.

LEVERANO: Colapietro, Versace, Martina, Caputo, Nestola, Pati, Mazzotta, Mello, Riccardi, Lezzi, Guastella. All.: Russo.

ARBITRO: Laera di Bari

Non disputata per impraticabilità di campo

 

 

MEMORY CAMPI-SOLETO 5-2

MEMORY CAMPI: Borrelli, Calabrese (Castrignanò), Culiersi (Miccoli), Godwin (Tafuro), Latino (Maci M.), Tommasi, Caraccio, Presicce (Politi), Ferrara, Maci Cosimo, De Marco. All. Maci Cristian.

SOLETO: Braj, Candito, Marra, Zollino Lorenzo, Panico (Pignatelli), Zollino Alessandro (Mancarella), Masciullo, Congedo, Cuna, D’Amico, Kourouma (Dettù). All. Inglese.

ARBITRO: Marzotta di Molfetta.

RETI: 4’ pt Cuna, 23’ pt e 39’ pt Caraccio; 16’ st e 24’ st Caraccio, 30’ st Tafuro, 43’st Masciullo.

Perdendo per 5-2 sul terreno della Memory Campi, il Soleto è retrocesso matematicamente in Seconda Categoria con una giornata di anticipo rispetto alla conclusione del campionato. La squadra di casa allenata da Cristian Maci, dal canto suo, ha salutato nel migliore dei modi il pubblico amico, al termine di una stagione del tutto tranquilla. Da segnalare il solito

show del sempiterno bomber Caraccio, autore di un poker di reti. Per lui gli anni sembrano non passare.

 

 

ATLETICO VEGLIE-SANARICA 7-2

ATLETICO VEGLIE: Bollardi (Leccese), Magliani, Mohamed, Sanha, De Luca, Pendinelli, Grandioso (Bisconti), Pizzileo (Fessail), Spagnolo, Lupo, Piumetto. All. Calabrese.

SANARICA: Panico, Natali, Fracasso, Catamo, Marsano (Rametta), Ruggeri, Guida (Cotardo), De Pascali, Chiri (Corrado), Todaro, Odigie. All. De Iaco.

ARBITRO: Piscopiello di Lecce.

RETI: 5’pt e 24’Piumetto, 37’Todaro; 3’st Pendinelli, 21’Sanha, 30’Bisconti, 33’e 40’Fessail, 43’Cotardo.

Pioggia di gol e vittoria per l’Atletico Veglie. La formazione di casa allenata da mister Roberto Calabrese surclassa il fanalino di coda e si congeda con tre punti pieni dal suo pubblico. La partita si mette subito in discesa per i locali grazie alla doppietta nel primo tempo di Piumetto. Il Sanarica accorcia le distanze con capitan Todaro. L’Atletico dilaga nella ripresa,

nel corso della quale vanno a segno Pendinelli, Sanha e i nuovi entrati Bisconti e Fessail, quest’ultimo autore di una doppietta. Allo scadere, gloria per Cotardo.

 

 

REAL GALATONE-MONTERONI 1-3

REAL GALATONE: Costante, Rizzo, D’Amore (Saljaj), Gatto, Cazzato, Spagnolo, Calò Andrea (Fattizzo), Kone, De Matteis, Della Rocca (Negro), Tunno (Scarciello). All. Carpentieri.

FUTURA MONTERONI: Bortone, Taurino, Sgambati, Quarta Gabriele I, Saracino (Madaro), Quarta Federico, Vadacca, Buonfrate (Kemanj), Visconti (Lamusta), Quarta Gabriele II (Mello), Petrelli (Diaw). All. Manca.

ARBITRO: Raimondo di Taranto.

RETI: 5’ pt e 43’ pt Quarta Gabriele II, 31’ pt De Matteis; 4’ st Cazzato (autorete).

Colpo esterno della Futura Monteroni, che ha espugnato il terreno del Real Galatone, scavalcando in classifica i rivali di giornata. La formazione ospite ha sbloccato il risultato in avvio di partita, al 5’, con Gabriele Quarta II. Al 31’, i padroni di casa hanno pareggiato con De Matteis, ma al 43’è stato nuovamente Gabriele Quarta II a riportare in vantaggio il team diretto

da Manca. Ad inizio ripresa, poi, una autorete di Cazzato ha permesso al Monteroni di portarsi sul 3-1

 

 

La classifica:

70 Matino

67 Manduria

65 Veglie

45 Copertino

44 Racale

43 Poggiardo, Virtus Lecce

42 Capo di Leuca

38 Seclì

37 Memory Campi

36 Atletico Veglie

32 Leverano, Monteroni

31 Galatone

21 Soleto

5 Sanarica

 

 

I marcatori:

27 reti: Riezzo (10 su rig., Manduria)

24 reti: Caraccio (Memory Campi, 1 su rig.),

20 reti: Protopapa (Virtus Lecce, 1 su rig.)

17 reti: Franza (Veglie),

16 reti: Gabrieli (Virtus Matino, 3 su rig.),

15 reti: Minelli (Manduria-Latiano, 2 su rig.),

14 reti: Mangia (Seclì, 1 su rig.),

13 reti: Lillo (Veglie), Zaccaria (Manduria),

12 reti: Nocita (Leverano), Pirelli (Capo di Leuca, 2 su rig.),

11 reti: Alessandrì (Soleto-Matino, 3 su rig.), Casto (Città di Racale), Coppola (Capo di Leuca), De Luca (Copertino, 3 su rig.), Garzia (Virtus Matino),

10 reti: Manisi (Virtus Matino), Calabrese (Capo di Leuca), Carrozzo (Veglie),

9 reti:

8 reti: Di Donato (Atletico Veglie), Ferrara (Memory Campi), Piumetto (Atletico Veglie). Bayo (Veglie),

7 reti: Capone (Città di Racale, 2 su rig), Bernardo (Copertino, 2 su rig.), Margarito (Città di Racale), Baba (Veglie), Andronico (Seclì, 5 su rig.)

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora