07/05/2019 10:15:24 - Salento - Cronaca

Uno di loro è al quarto arresto per droga negli ultimi 11 mesi

 

I carabinieri di San Vito dei Normanni e delle Stazioni di Latiano e Sandonaci e Manduria hanno notificato l’”avviso di conclusione delle indagini preliminari” a 8 soggetti, dei quali sette residenti a Latiano e uno a Mesagne. Il reato contestato nell’atto giudiziario, scaturito a seguito delle indagini effettuate dal Nucleo Operativo della Compagnia di Manduria, è detenzione al fine di spaccio di stupefacente.

Nel corso dell’attività di notifica, i militari a seguito di perquisizione hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 20enne di Latiano. Il giovane è stato trovato in possesso di 13 grammi di cocaina nascosti in un armadio della camera da letto. Il 20enne, già colpito da diverse censure penali, era stato arrestato circa 20 giorni addietro dai Carabinieri di Latiano dove era stato beccato mentre spacciava marijuana a due giovani del luogo.

Dopo non poche insistenze dei militari, la madre dell’indagato ha aperto la porta dell’abitazione ed è stata subito bloccata nel mentre si stava dirigendo verso la camera da letto del figlio per occultare altro stupefacente. Infatti, sul comodino sono stati rinvenuti 7 involucri confezionati con del cellophane di colore verde e bianco del peso di 1,6 grammi l’uno, immediatamente repertati. Anche la madre, nella circostanza, ha estratto dal reggiseno, consegnandolo, un involucro contenente 2,6 grammi di stupefacente della stessa sostanza. Il ragazzo era stato arrestato per lo stesso reato nel luglio 2018 e nel gennaio di quest’anno. Dopo l’espletamento delle formalità di rito è stato portato in carcere a Brindisi.

Riguardo alle altre 7 persone indagate oggetto di notifica del provvedimento giudiziario, a 3 nel corso della perquisizione sono state rinvenute piccole quantità di stupefacente del tipo marijuana e hashish, sottoposte a sequestro.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora