15/06/2019 08:49:43 - Manduria - Calcio

Sentenza che è attesa per la prossima settimana

 

Il futuro del Manduria legato alla sentenza sul procedimento che vede indagate diverse società salentine con l’accusa di illecito sportivo. Sentenza che è attesa per la prossima settimana.

Come è noto, il Manduria, che avrebbe la certezza del ripescaggio in Promozione (è terzo nella relativa graduatoria e i posti liberi sono più di tre), rischia, invece, di compiere il passo del gambero. Il procuratore federale ha chiesto la retrocessione all’ultimo posto del torneo concluso lo scorso mese per la compagine biancoverde.

Una richiesta tanto abnome, quanto assurda anche nella tempistica. Abnorme, in quanto in mano alla Procura Federale vi sono solo tre intercettazioni fra i presidenti dell’annata 2015-16 di Manduria e Galatina alla vigilia del derby fra i biancoverdi e la capolista Avetrana. Il presidente del Galatina chiedeva a collega del Manduria un successo nel derby, affinchè i salentini potessero avvantaggiarsi nella rincorsa al primo posto. Vittoria che arrivò e non certamente per favorire il Galatina: il Manduria si stava giocando, infatti, le residue chance di accedere ai play off (in effetti si classificò al quinto posto, ma il distacco finale dalla seconda, il Galatina, fu superiore a 7 punti). Inoltre, è notoria la rivalità fra le squadre dell’estrema area orientale della provincia.

E, d’altronde, semmai il Manduria avesse voluto favorire il Galatina, avrebbe perso lo scontro diretto di quindici giorni prima: i tarantini invece prevalsero col punteggio di 2-1 sui salentini.

Né vi sono riscontri di contatti avvenuti nei giorni seguenti alla partita. Non vi è alcuna prova che il Galatina possa aver “pagato la pizza” ai calciatori manduriani, come richiesto dal presidente biancoverde dell’epoca.

Come se non bastasse, a pagare, eventualmente, sarebbe, oggi (a distanza di tre anni), una società diversa.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora