13/01/2020 16:29:48 - Avetrana - Calcio

Il comunicato di protesta della società avetranese

 

«Dopo l’ennesimo episodio di intolleranza e di razzismo, accaduto nel secondo tempo della partita Carovigno-Avetrana di domenica 12 gennaio, è arrivato il momento di prendere una posizione.

A tutti gli ignoranti che con i loro ululati e le loro urla dimostrano tutta la loro pochezza, noi diciamo che siamo diversi. A noi non importa il colore della pelle, la provenienza o la nazionalità di una persona. Noi siamo diversi.

E questa gente che ogni domenica va allo stadio a sfogare le proprie frustrazioni e la propria ignoranza dimostra così tutto il suo valore di piccoli uomini.

Alle società chiediamo di “non tollerare” più questi atteggiamenti, e di prenderne definitivamente le distanze.

Alla Federazione noi chiediamo di ripristinare i valori dello sport in ogni stadio e di utilizzare tutti i mezzi a propria disposizione contro questa ignoranza che ammazza lo sport ed il calcio.

Alla fine della partita i nostri dirigenti sono stati ragguagliati dall’arbitro che avrebbe provveduto a segnalare i cori razziali agli organi competenti e noi, da anni ormai impegnati in iniziative e progetti di integrazione, attendiamo con fiducia una presa di posizione netta da parte della Federazione e di tutte le società del calcio dilettantistico pugliese».

U.S.D. Avetrana



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora