domenica 29 marzo 2020

25/02/2020 12:02:25 - Salento - Attualità

Intanto in Puglia ancora nessun caso: «Tutti negativi al test SarsCov-2 i campioni dei casi sospetti»

Si decideranno in mattinata a Roma le misure che tutte le Regioni italiane, uniformemente, dovranno adottare per arginare la diffusione del Coronavirus. Circola insistentemente la voce secondo la quale tutte le scuole italiane potrebbero chiudere i battenti da domani e sino a martedì della prossima settimana. In giornata saranno emanate delle direttive ufficiali, che renderemo note.

Intanto il continuo lavoro di accertamento e di sorveglianza attenta consente ad ora di escludere nella regione casi di COVID-19. Resta alta l’allerta e il livello di attenzione. Lo sottolinea la Regione Puglia in una nota del direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro, in cui si afferma inoltre che sono «risultati tutti negativi al test per SarsCoV-2 i campioni di casi sospetti» giunti fino al 24 febbraio al Laboratorio di riferimento regionale.

La Regione Puglia, inoltre, ha chiarito la propria posizione con un comunicato ufficiale.

«Non è possibile per la Regione Puglia, in mancanza di un caso accertato, emanare un’ordinanza a seguito del decreto legge del 23 febbraio 2020 e delle comunicazioni da parte del ministro della Salute e del ministro per gli Affari regionali. Questa mattina il Capo nazionale della protezione civile ha convocato tutti i presidenti di Regione per dare disposizioni in materia. In attesa della riunione, il presidente Michele Emiliano ha comunque impartito le seguenti disposizioni in materia di prevenzione, alla luce dei flussi di persone – in particolare studenti – che stanno rientrando in Puglia da Regioni con focolai: Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna: vi è l’invito a comunicarlo ai propri medici di famiglia. Chi proviene invece dalle aree in cui il focolaio si è sviluppato ha l’obbligo di segnalarlo anche alla Asl di competenza.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora