giovedì 28 maggio 2020

30/04/2020 18:33:40 - Avetrana - Attualità

«Siamo abbandonati da ogni qualsiasi forma di incentivo o bonus previsto dallo Stato, ritrovandosi in alcune occasioni a dover chiedere addirittura i buoni pasto al proprio Comune»

Manifestazione di protesta di parrucchieri ed estetiste di Avetrana. Sono stanchi di dover tenere la serranda ancora chiusa e di costituire l’ultima delle categorie che potranno, non prima del primo giugno prossimo, riprendere l’attività.

Vi proponiamo un paio di foto e l’appello che tutto il settore intende lanciare alle varie istituzioni.

«Ancora oggi non siamo tutelati dai vari DPCM che si sono susseguiti in Italia» è riportato in una nota. «Siamo abbandonati da ogni qualsiasi forma di incentivo o bonus previsto dallo Stato, ritrovandosi in alcune occasioni a dover chiedere addirittura i buoni pasto al proprio Comune.

Chiediamo lavoro, chiediamo di riappropriarci della nostra dignità di artigiani, di padri e madri di famiglia, null’altro!

Lo chiediamo a gran voce, chiediamo solo di poter LAVORARE, per poter dar da mangiare ai nostri figli, di pagare le tasse, le utenze, i mutui e in molti casi anche l’affitto! Si, perchè non arrivano gli incentivi tanto promessi, finanche nessun tipo di agevolazioni su tasse e utenze!».

Sin qui la loro protesta, ora legata alla speranza che tutto ciò serva a qualcosa, a spronare gli animi dei governi nazionale e regionale, che serva da esempio per i loro colleghi degli altri paesi e per le altre categorie.

Intanto l’Amministrazione Comunale di Avetrana ha espresso la solidarietà all’intero settore.




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora