lunedì 28 settembre 2020

04/06/2020 10:11:08 - Avetrana - Attualità

«Sarebbe auspicabile una maggiore cura di spiagge e strade della marina di Manduria, compresa la pubblica illuminazione»

Alla vigilia della nuova stagione estiva, i consiglieri comunali di minoranza Lucia Vacca e Rosaria Petracca avanzano delle proposte sull’uso delle spiagge libere del litorale manduriano, parte del quale (Torre Colimena e Specchiarica) è frequentato soprattutto da cittadini avetranesi ed ercolani. Le proposte vengono rivolte ai commissari straordinari del Comune di Manduria e, per conoscenza, ai sindaci dei Comuni di Avetrana e di Erchie.

«Abbiamo appreso per mezzo stampa delle “proposte” sull’uso e la gestione delle spiagge libere in questa fase di emergenza sanitaria» affermano Lucia Vacca e Rosaria Petracca. «Noi partiamo da alcuni presupposti: è necessario tutelare in ogni modo la salute pubblica; è necessario permettere la libera fruizione del demanio; sarebbe auspicabile una maggiore cura di spiagge e strade, compresa la pubblica illuminazione.

Infatti se il Coronavirus è un problema del 2020, la poca pulizia delle strade e dei cassonetti non denota una particolare attenzione alla salute pubblica e, se proprio vogliamo dirla tutta, sarebbe opportuno ricordare addirittura un decesso a causa della scarsa se non inesistente illuminazione di una strada principale.

Vi invitiamo pertanto a tener conto che le marine sono abitate anche da cittadini di altri paesi limitrofi (in massima parte Erchie e Avetrana) che pagano tutte le imposte e le tasse al comune di Manduria. Per cui se deve esserci una cabina di regia, sarebbe auspicabile coinvolgere le Amministrazioni di questi comuni.

Occorre coinvolgere nelle decisioni da prendere commercianti, ristoratori e quanti lavorano nel settore del turismo, sia nelle marine, sia nei paesi limitrofi, affinché le scelte abbiano come obiettivo la tutela della salute coniugata con lo sviluppo economico».







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora