lunedì 28 settembre 2020

20/06/2020 08:32:02 - Avetrana - Attualità

L’assessore ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Ecologia e Ambiente, Francesco Saracino, illustra i contenuti e le finalità del PAESC

«L’approvazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) come impegno del Comune per contrastare i cambiamenti climatici».

Nei giorni scorsi il Consiglio comunale di Avetrana ha approvato questo importante piano d’azione. L’assessore ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Ecologia e Ambiente, Francesco Saracino, illustra i contenuti e le finalità del PAESC.

«Avetrana prosegue il proprio impegno per l’ambiente insieme a oltre 7000 enti locali che in tutto il mondo hanno sottoscritto il Patto dei Sindaci, il più grande movimento, su scala mondiale, delle città per le azioni a favore del clima e dell’energia» la premessa di Saracino. «L’impegno per la riduzione delle emissioni climalteranti dell’Unione dei Comuni Terre del Mare e del Sole (di cui Avetrana fa parte) inizia nel 2017, proprio con l’adesione da parte di tutti i Comuni al “Patto dei Sindaci per il clima e l’energia”, iniziativa internazionale che impegnava i territori a ridurre le proprie emissioni di Co2 entro il 2020.

Con questa adesione, l’Unione dei Comuni Terre del Mare e del Sole ha iniziato il percorso di redazione del PAESC, il documento con il quale gli enti locali pianificano le proprie azioni per ridurre le emissioni di Co2 di almeno il 40% entro il 2030, aumentando l’efficienza energetica e il ricorso a fonti rinnovabili, ninchè preparando il territorio alle mutazioni del clima».

L’assessore Saracino entra nel dettaglio.

«Il PAESC realizzato, frutto di questo lavoro, contiene in tutto 13 azioni di mitigazione che investono sia il settore delle pubbliche amministrazioni, sia quello privato. Le azioni di adattamento rispondono ai rischi climatici specifici del territorio: aumento delle temperature, diminuzione dei fenomeni piovosi e aumento degli eventi climatici estremi.

E’ previsto il monitoraggio biennale delle azioni e la revisione completa, ogni 4 anni, dell’intero documento.

L’Amministrazione di Avetrana, guidata dal sindaco Antonio Minò, ha già raggiunto dei buoni risultati. E’ eccellente, ad esempio, l’andamento del servizio di raccolta differenziata: nel mese di maggio abbiamo raggiunto la percentuale dell’84.50%.. E’ stato cantierizzato, poi, il progetto di relamping dell’impianto di pubblica illuminazione, che ormai sta prendendo forma all’interno del territorio avetranese e che presto, ci auguriamo, interesserà anche la nostra zona collinare Urmo, spesso dimenticata, con il ripristino di 10.000 metri di cavo in rame, oggetto di furti negli anni precedenti, e con l’installazione delle lampade a Led.

Ci dispiace solo che, a causa delle astensioni di due consiglieri di minoranza, il provvedimento non abbia ottenuto l’approvazione all’unanimità: il PAESC è un piano importante per noi e per il nostro futuro».







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora