giovedì 23 settembre 2021

31/07/2021 09:03:10 - Sava - Calcio

«Gli obiettivi? Cercheremo di ottenere una salvezza tranquilla il prima possibile, benchè non sia da escludere qualche sorpresa in positivo…»

Motori già accesi, giusto il tempo di una riscaldatina e poi “vroom”, si parte. Giuseppe Passariello è alquanto scalpitante a pochi giorni dall' inizio della preparazione: il coach di origine tarantina, difatti, pare non stare più nella pelle. Ecco le sue prime dichiarazioni in biancorosso:

Mister, non può non raccontarci cosa l’ha convinto a cedere alle lusinghe di Giuseppe Vinci.

«Lo dico senza peli sulla lingua: ciò che mi ha spinto “in primis” ad accettare questa avventura è stato il tipo di programmazione. Questa dirigenza intende realmente fare qualcosa di importante per la città, come del resto il calciomercato ha ad oggi evidenziato. Anzi, credo che la progettualità sia proprio l’unica cosa che al giorno d'oggi conta. Inoltre, altro elemento determinante per la mia scelta è stato la tipologia di ambiente nonchè i miei trascorsi da calciatore in questa cittadina».

Ha già avuto modo di conoscere qualcuno tra i calciatori?

«In realtà conosco già una buona fetta dei componenti dell'organico; alcuni di loro sono persino stati allenati dal sottoscritto ai tempi delle giovanili del Taranto e non solo, così come tanti altri atleti mi sono già ben noti».

Cosa aspettarsi dalla sua squadra per il prossimo torneo di Eccellenza?

«Anzitutto c’è da capire circa la composizione del girone di cui faremo parte. Quanto agli obiettivi, cercheremo di ottenere una salvezza tranquilla il prima possibile, benchè non sia da escludere qualche sorpresa in positivo...  Del resto, sono abituato ad allenare per ottenere risultati importanti».

 

Ufficio stampa Sava

Aldo Simonetti









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora