martedý 26 ottobre 2021

14/10/2021 13:29:47 - Puglia - Cronaca

Nei dispositivi digitali analizzati dai consulenti della Procura non sono stati trovati elementi utili, ma sarebbe stato il bambino a confidare ad alcuni amici di avere paura


Potrebbe esserci un gioco estremo online alla base della morte di un bambino di 9 anni trovato impiccato nel gennaio scorso nella cameretta di casa, a Bari, con una cordicella avvolta attorno al collo e appesa a un attaccapanni. Il fatti risalgono al 25 gennaio.

E' la pista sulla quale sta lavorando da dieci mesi la Procura di Bari che, dopo aver avuto dall'autopsia la conferma della morte per soffocamento e aver passato al setaccio tutti i dispositivi digitali presenti in casa senza trovare tracce, sta tentando la strada della rogatoria internazionale in Irlanda per ottenere la cronologia dei video ai quali il bambino ha avuto accesso su Youtube.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora