luned́ 29 novembre 2021

12/11/2021 09:12:59 - Avetrana - Cronaca

La causa proseguirà in sede civile per quel che attiene il profilo risarcitorio. Il debito con la giustizia per “zio Michele” si estinguerà fra due anni

Prescritto il reato di calunnia nei confronti del suo ex avvocato per Michele Misseri.

Nei giorni scorsi, presso il Tribunale di Lecce, c’è stata l’udienza del processo che ha visto imputato Michele Misseri per il reato di calunnia nei confronti del suo ex legale e della sua ex consulente di parte. In quella sede, il giudice ha dichiarato di non doversi procedere nei confronti di Michele Misseri per l’intervenuta prescrizione del reato. Determinando così il trasferimento della causa, per quel che attiene il profilo risarcitorio, in sede civile.

Zio Michele ha seguito l’udienza in video conferenza dal carcere di Lecce ove è detenuto e, nel frattempo, il suo nuovo legale, l’avv. Ennio Blasi, ha annunciato la sua prossima mossa: entro fine anno chiederà al magistrato di sorveglianza che il suo assistito possa scontare la restante parte della pena in regime di detenzione domiciliare. Misseri, difatti, è stato condannato ad 8 anni di reclusione ma, grazie ai benefici di legge – che prevedono uno sconto di pena di 45 giorni ogni semestre di detenzione – estinguerà il proprio debito con la giustizia già il 15 novembre 2024. L’uomo, però, ha fatto sapere di voler trascorrere gli anni che restano nella villetta di via Deledda, ad Avetrana, non potendo più fare a meno di tornare a lavorare nei campi.

 







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora