giovedì 29 settembre 2022

10/09/2022 07:31:15 - Salento - Cronaca

La pericolosa corsa dell’uomo era iniziata all’altezza dello svincolo Tuturano-Cerano dove, mentre faceva rientro a casa insieme alla figlia che era alla guida dell’auto, aveva dato segni di escandescenza costringendo la donna a scendere dal veicolo per mettersi egli stesso al volante

Nel corso della notte, intorno all’1,30, le Volanti della Questura di Brindisi sono intervenute sulla SS613 Lecce-Brindisi dove un utente della strada, a bordo di una utilitaria, aveva imboccato contromano la stessa “statale” dirigendosi verso Lecce.

La pericolosa corsa dell’uomo era iniziata all’altezza dello svincolo Tuturano-Cerano dove, mentre faceva rientro a casa insieme alla figlia che era alla guida dell’auto, aveva dato segni di escandescenza costringendo la donna a scendere dal veicolo per mettersi egli stesso al volante.

L’immediata chiamata al 113 da parte della donna e le numerose segnalazioni giunte presso la Sala Operativa della Questura dagli automobilisti in transito, hanno permesso alle Volanti di portarsi immediatamente nella zona indicata giungendo subito dopo il limite di provincia e invertendo la direzione di marcia. Tale manovra aveva permesso di bloccare quasi del tutto il traffico in direzione Brindisi evitando ulteriori rischi per gli altri automobilisti.

L’immediato intervento della Polizia ha consentito di rintracciare la vettura poco prima che la stessa giungesse all’altezza dello svincolo per Torchiarolo dopo aver percorso alcuni chilometri contromano. L’auto era ferma in una piazzola di sosta e il conducente, sceso dalla vettura in evidente stato di alterazione psicofisica, veniva dapprima bloccato e soccorso dagli agenti con l’ausilio di una unità operativa del Servizio 118 e poi trasportato in ospedale.​

A carico del conducente sono state elevate numerose contestazioni previste dal Codice della Strada con il conseguente immediato ritiro della patente.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora