venerdì 27 gennaio 2023

14/10/2022 16:32:11 - Puglia - Attualità

Il loro posizionamento più in basso rispetto ai normali fanali e l’utilizzo di un bulbo più potente permette di penetrare meglio la visibilità anteriore, se si tratta di fanali anteriori, e di rendere più visibile il veicolo, se si tratta di fari posteriori

 

I fari fendinebbia sono, come suggerisce il nome, un accessorio predisposto per migliorare la visibilità alla guida quando si verificano condizioni meteo avverse. Nebbia quindi, ma anche pioggia e altre intemperie; in alcuni casi anche quando l’ambiente è estremamente saturo di polvere. Il loro posizionamento più in basso rispetto ai normali fanali e l’utilizzo di un bulbo più potente permette di penetrare meglio la visibilità anteriore, se si tratta di fanali anteriori, e di rendere più visibile il veicolo, se si tratta di fari posteriori.

 

Immagine dei fari fendinebbia - Autoparti.it

Come utilizzare i fari fendinebbia

I fari fendinebbia non sono un requisito previsto per legge sulle auto; per questo motivo molti brand automobilistici non inseriscono questo accessorio, per quanto importante, nei modelli di base ma lo aggiungono alle serie di livello superiore. In tal caso quindi è importante farli installare sulla propria autovettura, per garantire una guida sempre sicura.

L’utilizzo dei fari antinebbia però deve essere attentamente ponderato. Questi proiettori devono essere attivati solo quando le condizioni meteo effettivamente lo richiedono, dato che potrebbero altrimenti compromettere la visibilità degli altri automobilisti nel caso dei fendinebbia anteriori, mentre nel caso di fanali posteriori potrebbero diminuire la visibilità dei fari dei freni, quando attivati.

La regola del buonsenso prevede la loro accensione quando la visibilità è compromessa su una lunghezza oltre i 100 metri. Oggi sono disponibili anche dei modelli che attutiscono l’impatto sugli altri guidatori e riescono ad ammortizzare il fastidioso effetto riflesso che alcuni fendinebbia producono a causa delle particelle di umidità della nebbia.

Ricordiamo quindi di spegnerli ogni volta che non sono necessari selezionando gli appositi tasti che, in genere, sono posizionati ai comandi al volante o sul cruscotto, a lato del volante. Il rischio altrimenti è, oltre a quello di arrecare fastidio agli altri automobilisti, di incorrere in una sanzione ai sensi dell’art.153 del Codice della strada.

Quando è ora di sostituirli?

Proprio per la funzione fondamentale che svolgono ai fini di una guida sicura, per se stessi e per gli altri, i fari fendinebbia devono essere sostituiti con regolarità.

La frequenza con cui occorre cambiarli è più elevata rispetto ai fari normali per una ragione: vengono utilizzate lampadine tradizionali che consumano parecchia energia e quindi il ciclo di vita è più breve rispetto alle lampadine di ultima generazione e meno energivore.

La durata di un faro fendinebbia dipende ovviamente dall’utilizzo che se ne fa: ci sono zone in cui la nebbia è un fenomeno costante, così come il maltempo, quindi l’utilizzo di queste luci è più intensivo. In ogni caso, è consigliabile provvedere a un ricambio costante dato che trovarsi senza proiettori fendinebbia quando occorrono può mettere l’automobilista in seria difficoltà.

 







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora