lunedž 02 ottobre 2023

22/03/2023 17:29:29 - Provincia di Taranto - Appuntamenti

Il concerto, con testimonial la testa di Augusto capite velato (I sec. d.C.), inserito nel cartellone del “Mysterium Festival”

Un viaggio di pace, all’interno dell’anima più profonda della musica, del mediterraneo e della sua anima spirituale.

Si preannuncia così il concerto evento di Eugenio Bennato, che la prossima domenica 26 marzo, nell’ambito del “MArTA in MUSICA”, terrà un concerto insieme al coro de “Le voci del Sud”.

“Qualcuno sulla terra”, questo il titolo dello spettacolo è la “visione del sacro” di Bennato, raffinato musicista e ricercatore nonché prezioso ambasciatore della cultura italiana nel mondo.

Eugenio Bennato, con il suo ensemble de “Le Voci del Sud”, proporrà infatti questo nuovo affascinante progetto, trascinante e ricco di profondità ed emozione, incentrato sulla ricerca delle origini della musica e dei ritmi mediterranei.

Insieme a lui, un altro ambasciatore di pace d’eccezione: il marmo che ritrae la testa di Augusto capite velato, il reperto della prima metà del I sec. d.C., esposto nella sala XIV del MArTA, che nel 1993 è stato riconosciuto dall’UNESCO (The World Federetion of Unesco associated) come “Monumento testimone di una cultura di pace”. L’imperatore Augusto era considerato dai Romani il fondatore della politica e della cultura di pace.

Con lui Roma uscì dalla guerra civile e si avviò ad un periodo florido di consolidamento delle proprie conquiste e del proprio potere. Anche per i contemporanei Augusto è una figura di riferimento, come pacificatore del grande Impero, proprio perché incentivò l’integrazione dei popoli attraverso una politica di rispetto e tolleranza.

“Apriamo la stagione di fruizione del Museo Archeologico Nazionale di Taranto nell’ambito della Quaresima e in vista della famosa Settimana Maggiore tarantina offrendo come testimonial dell’evento non solo unreperto particolarmente prestigioso ma anche un vero e proprio simbolo di pace, riconosciuto dall’UNESCO nel 1993 – dichiara il direttore regionale Musei di Puglia, Luca Mercuri, delegato alla guida del MArTA da parte del direttore Generale Musei, il prof. Massimo Osanna – Perchè siamo convinti che l’educazione, la conoscenza e la cultura possano contribuire alla pace e promuovere la collaborazione tra le nazioni, specie ora che la pace in Europa continua ad essere in bilico”.

“Eugenio Bennato lavora da sempre sulle radici culturali della musica e sulla sua tradizione – afferma Piero Romano, direttore dell’Orchestra della Magna Grecia -La ricerca nella cultura internazionale rende interessante “Qualcuno sulla terra”, il concerto in programma domenica 26 marzo alle 11.45 al MArTa, in quanto vicino all’alternativa offerta dal Mysterium Festival in tutti i suoi concerti. Dopo il concerto “Santu Paulu Meu”, diretto da Graziano Leserri e il L.A. Chorus sul canto popolare e sacro nella tradizione pugliese, Bennato propone un lavoro di ricerca, sperimentazione sull’origine sacra della canzone popolare nella cultura internazionale”.

L’appuntamento che si svolgerà domenica 26 marzo alle ore 11.45 è inserito anche nel programma del Mysterium Festival, la rassegna di fede, arte, storia, tradizione e cultura che si svolge durante il periodo della Settimana Santa a Taranto.

Il biglietto per assistere a “Qualcuno sulla terra” di domenica 26 marzo alle ore 11.45 nell’ambito di “MArTA in MUSICA. Le matinée domenicali” potrà essere acquistato nella sede dell’Orchestra della Magna Grecia (a Taranto, in via Ciro Giovinazzi n° 28) e su TicketSms: https://www.ticketsms.it/it/event/NMiRgsD4

Ingresso consentito dalle ore 11.15

Inizio ore 11.45

Il costo del biglietto è di euro 8,00.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora