martedì 20 febbraio 2024

27/03/2023 17:39:06 - Avetrana - Attualità

«I sessanta giorni scadono a inizio aprile e crediamo proprio che se da parte dell’Amministrazione nessuno abbia proposto qualcosa il percorso per bloccare lo scempio ambientale dello scarico complementare diventa molto arduo»

Da tre consiglieri di Rilanciamo Avetrana (Rosaria Petracca, Lucia Vacca e Antonio Lanzo) riceviamo, e pubblichiamo, un comunicato avente per oggetto il depuratore e i suoi scarichi complementari.

«Nel bollettino ufficiale n. 12 della Regione Puglia del 2 febbraio 2023 viene riportato il Provvedimento Autorizzativo Unico Regionale (PAUR) circa il “Progetto di fattibilità tecnica ed economica per il riutilizzo dei reflui trattati dal nuovo depuratore consortile di Sava e Manduria e relativi scarichi complementari” e in sintesi il dirigente responsabile esprime “giudizio positivo di compatibilità ambientale”.

Va da se che qualora nessuno si opponesse a tale atto autorizzativo l’iter per impugnare lo scarico complementare sarebbe molto più complesso. Siamo quindi a chiedere se in relazione a tale atto l’Amministrazione comunale di Avetrana stia pensando di ricorrere al TAR o di mettere in campo qualche azione a tutela del territorio.

I sessanta giorni scadono a inizio aprile e crediamo proprio che se da parte dell’Amministrazione nessuno abbia proposto qualcosa il percorso per bloccare lo scempio ambientale dello scarico complementare diventa molto arduo. Noi pensiamo che il Comune di Avetrana rappresenti decisamente una parte penalizzata da questo progetto e quindi abbia tutte le carte in regola per opporsi e far valere i propri diritti».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora