venerdý 08 dicembre 2023

13/04/2023 16:44:46 - Sava - Altri Sport

I due nuotatori savesi puntano alla qualificazione per la finale dei 200 farfalla: sono accreditati di ottimi tempi

Lo stadio del nuoto di Riccione, a pochi giorni dal termine della sei giorni dei Criteria 2023, riapre le porte al nuoto italiano per ospitare da oggi e sino al 17 aprile i Campionati Assoluti Primaverili UnipolSai. Saranno al via per questa edizione 762 atleti (405 uomini e 357 donne) per un totale di 1.688 presenze in gare individuali, 186 società e 104 staffette, tutti numeri in ascesa rispetto a quelli registrati nella medesima rassegna dello scorso anno.

Oltre ad assegnare 34 titoli nazionali individuali, offrirà opportunità internazionali a molti degli atleti in gara a Riccione: sono in ballo le qualificazioni per i Mondiali di Fukuoka (Giappone), per le Universiadi di Chengdu (Cina), per i Campionati Europei Juniores di Belgrado (Serbia), per i Campionati del Mondo Juniores di Netanya (Israele) e per la prima edizione dei Campionati Europei U23 in programma a Dublino.

Sui blocchi di partenza della piscina di Riccione anche due nuotatori savesi: Alice Dimaggio, tesserata per la società Olimpica Salentina, e Lorenzo Cavedini, tesserato per il Centro Nuoto Torino.

ALICE DIMAGGIO (Olimpica Salentina)

E’ iscritta a tre gare: 50, 100 e 200 farfalla. Nutre grandi ambizioni, però, per la gara dei 200 farfalla.

200 farfalla – Alice, classe 2007, si presenta con un ottimo tempo (2’11”69), che, se raggiunto anche nelle batterie, potrebbe garantirle la qualificazione per la finale della specialità. Meglio di lei sono le big del nuoto azzurro, tutte di età maggiore rispetto ad Alice: Ilaria Cusinato, classe 1999, Fiamme Oro, ha il tempo di 2’07”77; Antonella Crispino, classe 2003, Centro Sportivo Esercito, ha il tempo di 2’10”30; Alessia Polieri, classe 1994, Fiamme Gialle, ha il tempo di 2’10”50; infine Federica Greco, classe 1997, Aurelia Nuoto, si presenta con il tempo di 2’11”63. Tutte le altre iscritte a questa gara sono accreditate, per quest’anno, di tempi maggiori rispetto ad Alice.

50 farfalla – Alice Dimaggio si presenta con un crono di 28”38. Il miglior tempo stagionale è di Silvia Di Pietro, classe 1993, del Centro Sportivo Carabinieri: 28”38.

100 farfalla – La nuotatrice savese ha un tempo di qualificazione di 1’00”84. Il miglior crono stagionale italiano è di Ilaria Bianchi, classe 1990, Fiamme Azzurre, con 58”21.

LORENZO CAVEDINI (Centro Nuoto Torino)

200 farfalla – Lorenzo Cavedini, classe 2002, tesserato il Centro Nuoto Torino, è iscritto a due gare: 100 e 200 farfalla.

Maggiori chance di qualificazione per la finale nella gara più lunga. Lorenzo si presenta con il nono tempo stagionale: 1’59”98. Irraggiungibili i tre mostri sacri azzurri della specialità: Alberto Razzetti, classe 1999, Fiamme Gialle, 1’53”87; Giacomo Carini, classe 1997, Fiamme Gialle, 1’55”17; Federico Burdisso, classe 2001, Centro Sportivo Esercito, 1’55”45.

Più alla portata di Lorenzo Cavedini Christian Ferraro, classe 1997, Montebelluna Nuoto (1’56”94); Claudio Antonino Faraci, classe 2001, Circolo Canottieri Aniene (1’57”09); Andrea Camozzi, classe 2005, Team Trezzo Sport (1’59”18); Luca Bruno, classe 2002, Sport Rane Rosse (1’59”43) e Filippo Berlincioni, classe 1996, Circolo Canottieri Aniene (1’59”70).

100 farfalla – L’atleta savese ha un tempo di iscrizione di 54”24. I migliori tempi stagionali sono di Simone Stefanì, classe 2000, Fiamme Oro, con 50”93; Thomas Ceccon, classe 2001, Fiamme Oro, con 51”38; Federico Burdisso, classe 2001, Centro Sportivo Esercito, con 51”45.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora