martedì 18 giugno 2024

04/11/2023 09:06:02 - Avetrana - Attualità

Il libro è frutto di un lavoro di studio e ricerca durato due anni la ricerca storica, con particolare attenzione agli avetranesi e a coloro che tragicamente hanno perso la loro vita nei lager nazisti e nei naufragi dei piroscafi adoperati dai tedeschi per il trasporto dei prigionieri di guerra

Cultura e condivisione, questi gli elementi che hanno caratterizzato l’incontro vissuto nella serata di ieri ad Avetrana, al quale hanno preso parte le massime autorità del territorio ionico. L’iniziativa, pensata in occasione della pubblicazione dell’opera editoriale “I.M.I. un NO per la libertà” di Giancarlo Parisi, è stata realizzata presso la sala assemblee della banca BCC di Avetrana, massima promotrice e sponsor dell’evento.

A fare gli onori di casa il presidente della banca Michele Pignatelli, seguìto dal sindaco del Comune della provincia tarantina Antonio Iazzi. Presenti nel parterre dei relatori, gli onorevoli Dario Iaia, componente della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera e Giovanni Maiorano, componente della IV Commissione Difesa. In rappresentanza del Comando della Scuola di Cavalleria dell’Esercito Italiano di stanza a Lecce, il Ten. Col. Cosimo Mangia. L’evento è stato promosso dalla Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, rappresentata dal presidente della sezione di Avetrana Luigi Franzoso e dal presidente provinciale della Federazione di Taranto Antonio Cerbino, autore della prefazione, il quale ha introdotto gli interventi dello stesso Parisi, della prof.ssa Anna Saracino, autrice dell’introduzione e di Biagio Saracino, autore della postfazione. A coordinare il dialogo con i relatori, il collaboratore Andrea Chioppa.

In una sala gremita e che con fatica ha potuto contenere gli invitati, è stato proiettato un docu-filmato che ha sintetizzato in poche battute la storia e le vicissitudini affrontate dai soldati italiani al fronte a partire dalla proclamazione dell’armistizio con gli anglo-americani avvenuta l’8 settembre 1943 sino alla loro deportazione nei campi di concentramento nazisti in Germania e Polonia.

“I.M.I. un NO per la libertà” è una preziosa raccolta di testimonianze, frutto di un lavoro di studio e ricerca durato due anni, durante il quale Giancarlo Parisi ha riportato alla luce racconti e memorie degli Internati Militari Italiani, con particolare attenzione agli avetranesi e a coloro che tragicamente hanno perso la loro vita nei lager nazisti e nei naufragi dei piroscafi adoperati dai tedeschi per il trasporto dei prigionieri di guerra. Si tratta di una triste pagina della nostra Storia, per troppo tempo messa da parte e accantonata negli archivi delle città. Grazie alla passione di

Giancarlo, questa pagina riemerge e assume un contorno definito, arricchito da tutti i suoi aspetti umani ed emozionali.

«Un particolare ringraziamento va, in primis, ai numerosi figli e parenti dei deportati che, con commozione ed entusiasmo hanno partecipato attivamente alla raccolta di informazioni e testimonianze finalizzata alla stesura del libro» le parole dell’autore Giancarlo Parisi.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora