sabato 18 maggio 2024

10/03/2024 10:13:55 - Manduria - Attualità

«La società Quiet please ha partecipato alla gara con lo spirito di voler dare il proprio contributo alla crescita materiale e culturale del territorio. La società ha proposto un ambizioso progetto di fiera diffusa che si ritiene particolarmente innovativo e unico. Ha poi ritenuto di doversi rivolgere alla giustizia amministrativa perché ritiene violate le norme che le avrebbero dovuto dare il diritto, perlomeno, di concorrere alla gara e cioè di essere valutata nel merito della propria proposta»

Riceviamo, e pubblichiamo integralmente, un comunicato della società Quiet Please srl, avente per oggetto le procedure di aggiudicazione della gara per l’organizzazione della Fiera Pessima 2024. Ecco il testo.

«La società Quiet please Srl, considerate le dichiarazioni e le informazioni diffuse a seguito dell’aggiudicazione della gara per la realizzazione della Fiera Pessima 2024 ritiene di dover diffondere il presente comunicato a beneficio dei mezzi di informazione per fugare alcune notizie non veritiere.

Anzitutto il ricorso all’autorità giudiziaria da parte della Quiet please Srl non ha in alcun modo rallentato la preparazione dell’attuale edizione della Fiera in quanto la società ha rinunciato al giudizio cautelare nelle settimane precedenti la gara e dunque l’udienza di merito si terrà nella prossima primavera, ben dopo la fine dell’attuale edizione. Il Comune di Manduria ha proceduto secondo i tempi che aveva già previsto, anzi, anticipandoli con un decreto di urgenza, ad aggiudicare la gara e sottoscrivere il contratto con la società Man Solution già nei primi giorni del 2024. Dunque, non si comprendono le osservazioni sollevate rispetto al diritto della partecipante a cui non è stato permesso di concorrere di poter avere ragguagli in merito alla trasparenza sulla procedura di gara.

Ciò premesso si desidera altresì fornire alcune notizie in merito a quanto accaduto.

La società Quiet please Srl ha partecipato alla procedura di gara per la realizzazione dell’edizione 2024 della Fiera. Tuttavia, la stazione appaltante ha ritenuto di escludere la società dalla procedura di gara prima ancora di entrare nel merito. Con un’interpretazione che si ritiene contraria alle valutazioni della giurisprudenza amministrativa, non è stata aperta l’offerta tecnica ed economica di Quiet Please.

La società non ritiene il comportamento del Comune di Manduria consono ad un’attività che dovrebbe essere tipica della Pubblica amministrazione, cioè inclusiva e aperta al dialogo con cittadini ed imprese. Il Comune ha, difatti, omesso per svariate settimane informazioni della procedura di gara, ad esempio le motivazioni con cui è invece stato ritenuto valido il soccorso istruttorio in favore della vincitrice Man Solution.

Con il presente comunicato si vuole diffondere e spiegare lo spirito con cui la società Quiet please, ha partecipato alla gara. Quello cioè di voler dare il proprio contributo alla crescita materiale e culturale del territorio. La società ha proposto un ambizioso progetto di fiera diffusa che si ritiene particolarmente innovativo e unico. Frutto di un’esperienza strutturata, tra le altre, nei confronti del Comune di Milano per la campagna pubblicitaria di EXPO, l’organizzazione di un evento di carattere internazionale all’interno del Museo della Triennale, sponsorizzato e in collaborazione con l’Ente Fiera Milano. Ed ancora, solo a mo’ di esempio, Radura, un evento realizzato in collaborazione con l’architetto Stefano Boeri per la Design Week milanese.

La società Quiet Please ha ritenuto di doversi rivolgere alla giustizia amministrativa perché ritiene violate le norme che le avrebbero dovuto dare il diritto, perlomeno, di concorrere alla gara e cioè di essere valutata nel merito della propria proposta.

La società nella piena fiducia del ricorso presentato al TAR attenderà le valutazioni del Giudice amministrativo, tuttavia, la Quiet Please tutelerà i propri interessi in tutte le sedi affinché possa essere fatta luce su una procedura che si ritiene non essere consona al pieno spirito di trasparenza e buon andamento che dovrebbe avere una pubblica amministrazione.  La difesa degli interessi della Quiet Please verranno perseguiti con lo scopo di tutelare i propri organi societari, le idee ed i progetti presentati nella propria offerta, frutto di una collaborazione con realtà del territorio pugliese e professionalità locali».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora