sabato 18 maggio 2024

10/03/2024 15:48:57 - Manduria - Attualità

Sono poi intervenuti anche Luigi Neglia, Ettore Tarentini e Giovanni Sammarco

 

Le attività formative del centro “Plinio il Vecchio” di Manduria sono state aperte, la settimana appena trascorsa, con la relazione del Capitano dei Carabinieri della Compagnia di Manduria Alessandro Torto, il primo evento del ciclo degli incontri con le istituzioni. Ecco il resoconto dell’attività della settimana appena trascorsa.

5 marzo: Cap. Carabinieri Alessandro TORTO: “Le truffe nell’era digitale”.

Dopo una breve descrizione dei compiti, della territorialità e delle specializzazioni della Forza Armata:

Comando Legione a livello Regione;Comando Provinciale a livello provincia;Comando Compagnia; Comando Stazione; Nucleo Radiomobile, a livello locale, ha evidenziato la capillarità della presenza dei Carabinieri sul territorio, in particolare le Stazioni che sono il primo contatto immediato con la popolazione, precisando che la Compagnia di Manduria ha ben 11 Stazioni alle proprie dipendenze.

Ha, poi, introdotto l’argomento delle truffe nell’era digitale che possono essere di vari tipi tra le più presenti: le “truffe telefoniche” e le “truffe on line”.

Le truffe telefoniche sono in linea di massima: adesioni a servizi telefonici ed energetici; richieste di denaro per incidenti a familiari. I richiedenti, per quanto riguarda richieste di denaro, solitamente si spacciano per appartenenti alle FF. OO. – avvocati – assicurazioni ecc.: In questo caso ha consigliato di accettare ciò che viene proposto e, subito dopo, allertare, con telefonate le FF. OO. che intervengono subito presso l’abitazione per arrestare i malfattori.

Diversa, invece è la truffa on line che riguarda in linea di massima la ricezione di messaggi (falsi) inviata anche da simulazione di Siti Istituzionali, con richieste di coordinate bancarie, ritiro di pacchi, vincita di premi, ecc.ed ha consigliato di non leggere tali messaggi e di cestinarli subito.

Ha poi parlato degli acquisti on line ed ha detto di diffidare di offerte che trattano articoli con il 60-70 e 80% di sconto. Di norma sono o falsi, o usati o inesistenti. Ha aggiunto che per quanto riguarda la flagranza di reato in caso di arresto a seguito di truffe telefoniche ci pensano in tutto e per tutto le FF. OO. e non c’è bisogno di denuncia da parte della vittima, mentre per le truffe on line bisogna fare la denuncia, ma l’iter è molto lungo ed anche dispendioso e molti rinunciano a denunciare anche se c’è stata perdita di denaro e non ha ricevuto il bene. Le ditte sono quasi sempre fantasma e confidano nel fatto che la gente non denunci per spillare soldi.

6 marzo: prof. Luigi NEGLIA: “Nel mondo dei libri e delle biblioteche – Parte Vª”

Il relatore ha ripreso l’argomento parlando delle Fonti dal latino Fons che letteralmente significa“corso d’acqua” mentre metaforicamente, assume due significati: origine e causa. La fonte è la prima testimonianza dei fatti storici. La testimonianza è una prova che dimostra i fatti realmente accaduti. Il documento è una fonte particolare. La differenza tra fonte e documento è che un documento è sempre una fonte, ma la fonte, non sempre è un documento.

Le fonti si classificano in: origine, contenuto e valore. L’origine a sua volta si distingue: primaria e secondaria. Il contenuto, invece può essere: religioso e laico. Quando su un determinato evento le fonti religiose e laiche concordano, il concetto è vero. Il valore può essere: Entitativo (reperti archeologici, tattili); Formale: (scritte e orali – opere dei padri della chiesa e archivistiche); Misto (valore entitativo e formale – epigrafi, monete, iscrizioni).

7 marzo: ing. Ettore TARENTINI: “Il Metaverso- Tecnologia e strumenti – Parte II”

Il relatore ha ripreso la descrizione delle tecnologie e degli strumenti usati nel Metaverso; particolare spazio è stato dedicato alla visione di alcuni brevi filmati esemplificativi. Si è quindi passati ad un rapido cenno delle problematiche connesse all’uso del Metaverso concludendo poi con un cenno all’organizzazione dei laboratori.

8 marzo: prof. Giovanni SAMMARCO: “La fragilità umana e la Consolatio ad Marciam- Parter Iª”

Oggetto della riflessione dell'incontro di oggi è stato la fragilità dell'uomo di fronte alle disgrazie e ai dolori che la vita riserva. La riflessione è stata condotta sulle linee del "De consolatione ad Marciam " di Seneca. La Consolatio è un testo utilizzato per confortare qualcuno per la perdita di una persona cara. Il genere fu in uso anche in Grecia tra letterati e filosofi. Il testo è riconoscibile da una serie di tematiche, come l'utilizzo di "exempla" di uomini illustri del passato che hanno reagito in modo esemplare. compaiono anche la fugacità del tempo, la morte come destino di tutti gli uomini e l'invito a dedicarsi agli studi filosofici per conoscere il mondo interiore dell'uomo. La Consolatio ad Marciam è indirizzata alla nobildonna romana Marcia a cui era morto prematuramente il figlio prediletto Metilio. La donna era assai vicina alla corte imperiale ed era amica della stessa Livia, moglie di Augusto. Anche dopo tre anni dalla morte del figlio, essa non aveva smesso il lutto. Seneca di ciò la rimprovera pur benevolmente e la invita a contenere il suo dolore sulla scorta di grandi esempi del passato. Le ricorda proprio lei aveva dimostrato grande coraggio e forza d'animo in occasione della morte per suicidio di suo padre, CremuzioCordo, e la invita ad essere altrettanto forte di fronte alla scomparsa del figlio. Il dolore, pur grande, dice Seneca, deve essere riportato nei giusti limiti. L'uomo è sotto il dominio della sorte che già al momento della nascita decreta anche quello della morte. La sorte non fa distinzione tra umili e potenti. La maggior parte degli uomini sono vittime del dolore perché non prevedono i mali a cui solo la morte pone fine. La morte infatti è il termine naturale e obbligato della vita umana e in tel modo ristabilisce l'uguaglianza tra gli uomini. Cenno e poi stato fatto anche al De Consolatione Philosophiae di Severino Boezio, opera considerata il capolavoro della cristianità.

Questo il programma per la prossima settimana.

13 marzo - arch. Caterina ARNO’: “Nostradamus e la cattedrale di Notre Dame”

14 marzo - avv. G. Pio CAPOGROSSO: “Manduria dai Borbone all’Unità d’Italia - Pagine di lotta al brigantaggio”

15 marzo - dr. Paride TARENTINI: “Archeologia e territorio: tra Manduria ed il mare – Parte II – Epoca greca e messapica.

 









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora