giovedì 23 maggio 2024

25/03/2024 08:38:42 - Manduria - Calcio

«Dobbiamo farci trovare pronti, perché nel calcio non c’è nulla di scontato»

Due settimane di sosta per il torneo delle regioni e la Santa Pasqua. Quindici giorni per ricaricare le batterie e ripartire per il rush finale del campionato di Eccellenza pugliese. Lo snodo cruciale in chiave playoff resta la giornata numero 25 (la prossima), in calendario quella del 7 aprile. Il Manduria affronterà in casa il fanalino di coda San Pietro Vernotico, il Racale (secondo) sfiderà l’Ugento capolista.

I biancoverdi sono terzi a quota 42 punti, a nove lunghezze dall’Ugento. Se il campionato finisse oggi, i playoff non si farebbero. La squadra di mister Carrozza dovrà vincere e sperare che il Racale (secondo) batta o blocchi sul pari la capolista per riportare la forbice tra prima e seconda nei sette punti, distacco utile per far disputare i playoff. Dunque, c’è ancora vita in questo finale di stagione: l’unica certezza è che l’Ugento ha già il primato del girone in tasca e potrà disputare gli spareggi (qualora si facessero) di fronte al proprio pubblico. In occasione della pausa, ha parlato mister Alessandro Carrozza, proprio sul finale di campionato.

«Siamo dispiaciuti per come arriviamo alla sosta» spiega l’allenatore del Manduria. «Avevamo altre idee in mente e adesso non dipende più da noi, questo è un dato oggettivo. Ma l’approccio, l’impegno, la voglia di portare a casa le due gare restanti non può cambiare. Abbiamo vissuto un periodo duro dal punto di vista fisico, tra coppa e campionato, siamo la squadra che ha giocato di più e qualcosa abbiamo pagato. Ora è il momento di farsi trovare pronti, nel caso in cui dovesse arrivare un incastro favorevole dagli altri campi, noi dobbiamo essere pronti a sfruttare ogni opportunità».

Recuperi e infortuni, il punto della situazione dall’infermeria.

«Cavaliere ha fatto quattro sedute con il gruppo, verrà monitorato giorno dopo giorno e capiremo la risposta del ragazzo. C’è voglia di rientrare, poi bisognerà fare i conti con il momento e il suo stato di salute. Ci sono cose che vanno oltre la volontà di ognuno di noi. Stessa cosa per Aquaro, valuteremo più avanti anche la sua situazione. Marsili? Max farà nuovi accertamenti e poi avremo le idee più chiare».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora