martedì 21 maggio 2024

17/04/2024 09:45:52 - Manduria - Attualità

Un suono e un canto antichi che nella rilettura di Arnò si attualizzano e diventano un abbraccio diffuso, un fluire di emozioni e sentimenti, un puzzle visionario di musica e immagini angeliche

Sentire insieme attraverso un viaggio sensoriale nella magia spirituale degli Exultet del Museo Diocesano, capolavori d’arte, pergamene preziosissime da “vivere”, che il 27 aprile alle 20,30, ispireranno Alae, la performance ideata da Ferdinando Arnò (musicista, compositore e produttore) all'interno della cattedrale di Bari.

Un suono e un canto antichi che nella rilettura di Arnò si attualizzano e diventano un abbraccio diffuso, un fluire di emozioni e sentimenti, un puzzle visionario di musica e immagini angeliche.

Alae vuol essere un'esperienza di coinvolgimento e condivisione, l’occasione per un'esperienza emotiva profonda, un luogo di meditazione aperto a tutti. In altre parole, un'esperienza trasformativa speciale, con momenti di canto collettivo, che sprigiona la sua spiritualità per chi è all'interno della cattedrale ma anche fuori con una performance a porte aperte che si irradierà nella piazza dove risuoneranno le voci di quattro talentuosi vocalist. E poi, la musica che diventa danza e rito grazie alle campane delle chiese circostanti che risuoneranno in sincrono creando un'unica tessitura armonica. Come un vero Exultet. Perché gli angeli siamo noi e la musica è il nostro cielo.

Voci

Chris Costa

Marc Vilajuana

Denise Galdo

Georgeanne Kalweit

Paul Rosette

il pubblico

Percussioni

Alessandro Monteduro

Sergio Pizza

Bobi Staffa

le campane della Cattedrale

Danza

Anita Lorusso

Edgar Sardiello

Organo

Annarosa Partipilo

 









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora