venerdì 19 luglio 2024

17/06/2024 16:40:03 - Avetrana - Attualità

Circa quaranta donne dell’accademia di portamento Alesunny “Perché io posso” sfileranno la loro voglia di cambiamento, enfatizzando la forza del gruppo e portando all’attenzione di tutta la comunità, questi temi sociali scomodi da affrontare, alternandoli a momenti di puro spettacolo che ci regaleranno riflessione e spensieratezza

Oscar Wilde sosteneva che non esiste una seconda occasione per fare una buona prima impressione. Spesso, soprattutto nei paesi piccoli come Avetrana, ad affrontare il pregiudizio legato alla propria immagine, si fa davvero tanta fatica.

«Dopo il difficile periodo di chiusura dettato dal Covid, ho intrapreso un progetto mirato proprio al rafforzamento dell’autostima e alla valorizzazione della propria immagine, affiancandomi a professionisti e studiando cause ed effetti, al fine di accantonare stereotipi e modelli da imitare» afferma Tiziana Nigro.

«Ogni giorno, essendo titolare di due punti vendita di intimo, linea mare e accessori moda, mi ritrovo a incrociare sguardi di clienti insoddisfatti e insicuri nella scelta personale degli acquisti e ho pensato di proporre la mia consulenza proprio per rafforzare il messaggio di unicità e di accettazione del proprio corpo, considerando le proprie imperfezioni come punto di forza.

I miei punti vendita, Glamour in Avetrana e Glamour Summer Edition in Torre Colimena Manduria, sono un punto di riferimento per ogni uomo e donna, dalla fase adolescenziale a quella più matura, che vedono nella mia persona, una consulente di fiducia. Per gran parte delle donne, a volte, considerare il tema della valorizzazione e della cura dell’immagine, è ritenuto un tema superficiale. Ogni giorno, porto con molto entusiasmo l’importante messaggio di utilizzare outfit e make-up come mezzi per superare percorsi di chemioterapia, obesità e anoressia, bullismo e cyberbullismo, inclusione e scarsa autostima».

Il 29 giugno, circa quaranta Donne ‘autentiche’ dell’Accademia di portamento Alesunny “Perché io posso”, sfileranno la loro voglia di cambiamento, enfatizzando la forza del gruppo e portando all’attenzione di tutta la comunità, questi temi sociali scomodi da affrontare, alternandoli a momenti di puro spettacolo che ci regaleranno riflessione e spensieratezza.

«La collaborazione con l’accademia di portamento Alesunny è stata davvero casuale: sono bastati pochi minuti di condivisione di idee per far nascere la progettazione di questo incredibile e affascinante evento» prosegue Tiziana Nigro. «Il panorama del castello fortilizio farà da sfondo al palco con passerella e lo splendido allestimento e gioco di luci in piazza Parlatano, renderanno il centro storico di Avetrana ancora più accattivante e suggestivo.

Ho pensato di includere la realtà scolastica, perché anche la Scuola ha un compito importantissimo nel garantire nella fase adolescenziale, l’educazione al rispetto del proprio corpo e a quello del prossimo. Quando ho proposto il progetto al dirigente scolastico Maria Maddalena Di Maglie, ha accolto con soddisfazione ed entusiasmo,l’idea di far creare agli studenti una simulazione di atti di bullismo, che segneranno la platea facendoci sentire tutti responsabili e proattivi. Inoltre, la prof.ssa d’arte Maria Grazia Muci ha seguito la fase di lavorazione e tinteggiatura di pezzi di puzzle in legno, da cui sono stati realizzati accessori per la sfilata. Il puzzle è il simbolo dell’inclusione e, anche accettare l’immagine altrui, con le proprie imperfezioni, deve dimostrarci che il rispetto di ciò che non è perfetto nell’incastro, è bellezza.

La serata sarà condotta da una presentatrice d’onore, Alessia Pentassuglia, presidente e tutor dell’accademia di portamento Alesunny, associazione di volontariato cui come scopo vede come fulcro principale la donna, il cui aspetto ha subito cambiamenti. Vittime di disturbi alimentari o di patologie oncologiche o ancora sottoposte ad ogni tipo di violenza o semplicemente donne, che hanno perso di vista se stesse perché inghiottite dalla quotidianità. Donne, quelle che vivono un disagio morale e fisico che, tramite lo studio del portamento, conquistano la propria sana autostima.

Un altro forte messaggio sarà manifestato dalla presenza straordinaria del Colonnello Leonardo Laserra Ingrosso, maestro direttore della Banda musicale della Guardia di Finanza. Nato ad Avetrana, ha costruito la sua fama e il suo successo con sacrificio e determinazione, portando a livello nazionale e internazionale, la bellezza della musica, deliziando le platee con straordinarie performance dirigendo un complesso artistico militare di ben 102 esecutori. Per la comunità di Avetrana e dei paesi limitrofi, sarà un grande onore accogliere con affetto e ammirazione il maestro Laserra Ingrosso che, nonostante gli innumerevoli impegni, ha trovato spazio da dedicare attenzione al suo amato paese natio. Il maestro inoltre, arricchirà una parte dello spettacolo duettando con un testimonial di livello artistico internazionale.

A concludere la serata con tanto divertimento, ci penserà il gruppo teatrale avetranese “li Scumunicati” che, rivisitando una commedia dal titolo ‘La puntura’, porterà alla platea risate e leggerezza. Il gruppo teatrale è nato nel 2003 da alcuni ragazzi che frequentavano la casa parrocchiale della chiesa ‘Sacro Cuore’ e negli anni ha consolidato la sua presenza con innumerevoli rappresentazioni teatrali che allietano e divertono il pubblico sempre numeroso e in attesa di scoprire cosa ‘combineranno’ in ogni commedia.

L’evento si concluderà con i saluti delle presenze istituzionali: il sindaco Antonio Iazzi, l’assessore allo spettacolo Emanuele Micelli, il vicepresidente Camera di Commercio Brindisi-Taranto e presidente Confcommercio Taranto Leonardo Giangrande, il dirigente scolastico Maria Maddalena Di Maglie, il direttore della Banca di Credito di Avetrana».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora