19/01/2008 13:20:27 - Provincia di Taranto - Attualità

Il lungo e tormentato iter giudiziario, che ha impedito l’uso della struttura, è finalmente terminato. Ora si punta a pubblicare un nuovo bando per affidare la gestione della piscina

 

Già dai primi mesi dopo l’inaugurazione, questa struttura è stata soggetto di varie battaglie legali fra Comune, rappresentato dai sindaci Turco nel primo periodo e De Pascale poi, e la ditta Dell’Erba, cui fu affidata la gestione, che però, per vari motivi, non ha prodotto risultati positivi.

Con l’Amministrazione del dottor Turco, nel 2007 era stato revocato l’affidamento della gestione della struttura alla ditta Dell’Erba, atto, questo, che ha generato un lungo contenzioso. Ebbe ragione la ditta, che ottenne l’annullamento della delibera della giunta Turco e dei successivi atti amministrativi, maturando anche il diritto di chiedere al Comune di Torricella il riaffidamento della gestione e il risarcimento danni per la mancata gestione negli oltre 3 anni, quantificata con ricorso al TAR nella somma di circa 130.000 euro, che poi si ridussero in poco meno di 38.000 euro, anche grazie ad una serie di incontri che il Comune ebbe con la ditta.

Dopo questa parentesi, la struttura passa ad un'altra associazione, "Mare del Sud".

Insediatasi l’Amministrazione De Pascale, si scoprì che questa ditta per due anni non aveva provveduto a volturare i contratti relativi alla erogazione di acqua e gas. Le bollette continuavano ad arrivare al Comune di Torricella.

Nel 2011 l’Amministrazione De Pascale intimò alla ditta di volturare i contratti, ma poco dopo la ditta inviò una nota in cui elencava una serie di inadempienze autorizzative, che furono utilizzate poi come motivazione per chiudere la piscina. In tutto il periodo dell’Amministrazione De Pascale si sviluppò un contenzioso che è durato fino all’insediamento dell’attuale sindaco Michele Schifone .

Con l’Amministrazione Schifone, il sindaco, con l’avvocato Misserini che aveva seguito il contenzioso dell'ex amministrazione, chiedono la risoluzione del contratto per inadempienza. Il Tar di Lecce ha dato ragione al Comune di Torricella, che, in poco meno di un anno e mezzo, è ritornato in possesso della struttura .

Il Comune intende ora preparare al più presto un bando per affidare la struttura ad una nuova società, con il desiderio che la piscina sia utilizzata per il sociale, come struttura di riabilitazione motoria oltre a servire a livello agonistico il territorio di Torricella e non solo. La piscina comunale di Torricella è una struttura molto importante sia per il Comune che la ospita sia per il servizio che può offrire al territorio circostante.

 

Viviana Baldari

 




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora