sabato 28 marzo 2020

10/02/2020 10:54:01 - Manduria - Politica

«La nostra coalizione è differente. Noi abbiamo prima raggiunto un’intesa sui programmi e quindi sui contenuti di quella che sarà la nostra azione amministrativa, e, solo in un secondo momento, avvieremo il percorso per individuare il candidato a sindaco»

Luigi Morgante, affiancato dai consiglieri comunali uscenti Lucia Calò e Marco Barbieri, ha presentato l’altro ieri sera la lista “Manduria nel Cuore”, una delle quattro della coalizione “Patto per Manduria”. Coalizione che non ha ancora un candidato a sindaco e che ha le porte aperte per eventuali ulteriori adesioni di movimenti o partiti che si riconoscono nei valori fondanti di “Patto per Manduria”.

«La volontà di allargare la coalizione, che ha come riferimenti portanti la condivisione dei valori di libertà e democrazia e il pieno sostegno a Luigi Morgante nella sua ricandidatura in Consiglio regionale sempre nel perimetro del centrodestra, in coerenza e continuità con il mandato che sta per concludersi conferitogli dagli elettori, ha portato al rovesciamento classico dello schema “candidato sindaco-liste e partiti di riferimento”: perché saranno tutti pienamente coinvolti e partecipi, attraverso le loro idee, proposte, suggerimenti,  nella scelta della figura chiamata a incarnare l’anima di questo rassemblement nuovo e propositivo» è un passaggio della nota ufficiale in cui è stata annunciata, nei giorni scorsi, la nascita di “Patto per Manduria”.

Nel corso della serata, Morgante ha rimarcato tutti i risultati conseguiti nel suo ruolo di consigliere regionale (seppur di minoranza) nella legislatura che sta per concludersi e, al contempo, ha sottolineato il “fallimento” del governatore Emiliano e della sua maggioranza, facendo dei riferimenti precisi a provvedimenti che hanno penalizzato questo territorio.

«Dobbiamo lavorare, tutti insieme, per vincere le prossime elezioni Comunali e, nel contempo, per ottenere una rappresentanza della nostra città nel consesso regionale» le parole di Morgante. «Ecco perché chiedo il sostegno di tutti alla mia candidatura al Consiglio regionale. E’ fondamentale che vi siano due Amministrazioni (quella comunale e quella regionale) che possano dialogare e, insieme, lavorare per lo sviluppo della nostra città».

Nella seconda parte della serata sono intervenuti dapprima Giuse Moscogiuri (ex assessore provinciale, riferimento della lista “Manduria Libera”) e poi Mimmo Lariccia (ex assessore comunale, riferimento della quarta lista del “Patto per Manduria”).

 

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora