martedì 29 settembre 2020

09/09/2020 16:49:43 - Provincia di Taranto - Cronaca

I frutti di mare, per un peso complessivo di 6 quintali, sono stati immediatamente posti sotto sequestro perché  privi di certificati di tracciabilità

Continuano senza sosta i servizi di contrasto al commercio abusivo di mitili.

Il personale del Commissariato Borgo, insieme alla Guardia Costiera e al Servizio Veterinario dell’ASL, nell'ambito di specifici servizi finalizzati al contrasto del fenomeno, ha sorpreso prima in piazzale Democrate, nei pressi del ponte di Pietra, e poi nei pressi del ponte Punta Penna, tre uomini intenti a sgusciare cozze e a confezionarle in vaschette destinate alla vendita al dettaglio.

I frutti di mare, per un peso complessivo di 6 quintali, sono stati immediatamente posti sotto sequestro perché  privi di certificati di tracciabilità e perché confezionate ed esposte alla vendita  in precarie condizioni igienico sanitare.

I tre sono stati, quindi, denunciati per il reato di commercio di sostanze alimentari nocive mentre il prodotto sequestrato è stato immediatamente distrutto con un compattatore dell’A.M.I.U. giunto sul posto.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora