lunedì 30 novembre 2020

19/11/2020 09:10:08 - Provincia di Taranto - Attualità

La situazione nella provincia ionica è sempre più drammatica

Il bollettino della Asl di ieri pomeriggio riferisce di altri 8 morti in provincia di Taranto: erano tutti ricoverati al Moscati, positivi al tampone. C’è chi sostiene che il numero esatto sia invece più alto: 14 vittime in 24 ore. Un’enormità.

Fra queste vittime vi è anche una ragazza 20enne di Massafra, affetta disabilità. A renderlo noto il post di un infermiere in servizio al “Moscati”.

«Ore 02:56 della notte, ospedale Moscati Taranto, il centro del Covid. Apparentemente un turno normale finché alle 22 inizia a suonare il telefono: c’è una salma da venire a prendere» rende noto l’infermiere attraverso il post. «Ti vesti, guanti, tuta, calzari, doppia mascherina e casco di protezione. Le salme diventano 7 e tu vai avanti con il tuo lavoro senza sosta perché sei abituato a farlo. Ma poi la mia mente si ferma perché su un una di quelle 7 salme c’è un nome di una ragazza con una data di nascita: 02/08/2000. Non si può morire a questa età per un mostro chiamato Covid che ci sta logorando mentalmente e fisicamente. Io continuerò il mio lavoro. Ma se esiste un Dio da qualche parte vorrei solo dirgli basta! Basta perché non è giusto che ci siano dei genitori che perdono una figlia in questo modo».




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora