sabato 27 febbraio 2021

22/01/2021 10:34:48 - Provincia di Taranto - Attualitą

Passaggio di livello anche per gli Oss. Un riconoscimento per la professionalità e per l’impegno dimostri anche nelle fasi della pandemia

L’allineamento dello stipendio a quello dei colleghi che operano nella sanità pubblica.

Un riconoscimento di ben 180 euro in più in busta paga per gli infermieri della cooperativa “Nuova Luce”, ente gestore della residenza sanitaria assistita di Torricella, per la professionalità dimostrata nel lavoro, soprattutto in questa difficile fase di pandemia. La residenza sanitaria assistita di Torricella è infatti fra le poche in Italia a non aver registrato alcun caso di positività fra i pazienti sia nella prima fase della pandemia nella scorsa primavera, sia nella seconda ondata, iniziata a novembre e ancora in corso.

L’integrazione economica riconosciuta agli infermieri e il passaggio di livello attribuito agli operatori socio-sanitari vengono positivamente accolti da Uil Fpl e da Cisl Fp.

«Gli infermieri della cooperativa “Nuova Luce”, ente gestore della residenza sanitaria assistita di Torricella, si vedranno riconoscere in busta paga un superminimo di 180 euro mensili, allineando così il loro stipendio a quello dei loro colleghi che operano nella sanità pubblica» si legge in una nota. «Nella stessa struttura sanitaria assistita di Torricella, grazie all’azione sindacale posta in essere dalla Uil Fpl e Cisl, la cooperativa “Nuova Luce” ha riconosciuto, tramite la sottoscrizione di accordi transattivi, il passaggio degli operatori socio-sanitari dal III al IV livello del contratto nazionale.

In entrambi i casi va riconosciuto il notevole sforzo economico compiuto dalla cooperativa “Nuova Luce”, in considerazione del fatto che questi costi aggiuntivi non saranno riconosciuti dalla ASL Taranto, in quanto non previsti dalla retta regionale pro capite e pro die disposta dalla Regione Puglia.

Le segreterie della Uil Fpl e Cisl Fp esprimono soddisfazione per il lavoro svolto che garantirà ai lavoratori della RSA di Torricella da un lato un nuovo anno più “ricco” e dall’altro lato il riconoscimento della professionalità messa in campo. Le stesse segreterie» si conclude il comunicato congiunto delle due organizzazioni sindacali professionali, «auspicano che lo sforzo fatto dalla cooperativa “Nuova Luce” sia da esempio, anche, per le altre strutture sanitarie e socio-sanitarie private, affinché venga superato il gap economico tra i lavoratori del privato e i lavoratori del settore pubblico. Lavoratori sanitari del settore pubblico peraltro, è bene ricordare, tra i meno pagati a livello europeo».






img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora