domenica 11 aprile 2021

05/04/2021 18:58:36 - Salento - Attualitą

Se non ci dovessero essere mansioni alternative, scatterà l’immediata sospensione non retribuita

Il decreto stabilisce che gli operatori che non si vaccinano non potranno esercitare la professione e dovranno essere destinati a svolgere altri compiti. Se non ci dovessero essere mansioni alternative, scatterà l’immediata sospensione non retribuita

La Regione Puglia ha chiesto alle Asl e agli ordini professionali dei medici, degli infermieri e dei farmacisti, gli elenchi degli operatori sanitari che ad oggi non si sono vaccinati contro il Covid 19. La richiesta porta la firma del direttore del dipartimento Promozione della salute, Vito Montanaro.

«Abbiamo chiesto di avere le liste entro domani, 6 aprile», spiega Montanaro. «E’ necessario conoscere chi siano i farmacisti che non si sono vaccinati perché non possono essere impiegati nella campagna di vaccinazione contro il Covid. Per quanto riguarda i medici e gli infermieri, è evidente che se non sono vaccinati, non possono essere impiegati nelle attività di reparto: sono un rischio per i pazienti e per se stessi. E' nostro dovere, invece, garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro, come previsto dalle disposizioni di legge».

Il decreto stabilisce che gli operatori che non si vaccinano non potranno esercitare la professione e dovranno essere destinati a svolgere altri compiti. Se non ci dovessero essere mansioni alternative, scatterà l'immediata sospensione non retribuita. La sospensione finirà solo una volta effettuata la vaccinazione.






img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora