giovedì 17 giugno 2021

25/05/2021 17:15:40 - Salento - Attualità

«Mi avete aiutato tantissimo a sopportare la distanza dai miei figli e da mia moglie; è stato il pensiero costante verso la mia famiglia che mi ha dato la forza per reagire e combattere questo virus»

«Vi scrivo per ringraziare tutti voi del Perrino di Brindisi, in particolare l’intero personale del reparto di Pneumologia, dai medici, agli infermieri, agli oss, per la professionalità e l’umanità dimostratami durante la mia degenza per polmonite bilaterale acuta Covid-19.

Il vostro aiuto mi ha permesso di rimettermi in piedi prima di quanto pensassi e tornare a casa dai miei cari.

Vorrei iniziare ringraziando anche i dottori Usca per il loro particolare lavoro e per avermi incoraggiato, dopo ormai una settimana di febbre e terapia a casa senza alcun miglioramento, ad effettuare un controllo al pronto soccorso.

Era il 24/04/2021 quando sono stato ricoverato. Non lo dimenticherò mai, il mio 60° compleanno! Mi sono subito affidato nelle vostre mani, altro non potevo. Mi sono ritrovato spaesato, confuso, allettato con catetere e casco, ma con le infermiere che già dai primi attimi cercavano di tranquillizzarmi, addirittura cantandomi gli auguri di buon compleanno.

Ho trascorso momenti di sconforto psicologico e fisico ma con le cure ricevute giorno dopo giorno, iniziavo a stare meglio.  Inizialmente eravate tutti uguali, con quei camici bianchi, ma con il trascorrere dei giorni ho imparato a distinguervi dai vostri meravigliosi occhi, attraverso i quali mi trasmettevate amore e sicurezza, tutto ciò di cui avevo bisogno in quel momento. Tutte le mattine aspettavo di sentire le voci in corridoio di tutto l’equipe che montava il nuovo turno perché quando entravate in camera, il vostro “buongiorno” mi riempiva il cuore di gioia.  Mi avete aiutato tantissimo a sopportare la distanza dai miei figli e da mia moglie; è stato il pensiero costante verso la mia famiglia che mi ha dato la forza per reagire e combattere questo virus. Ho capito che stava arrivando il magico momento per dimettermi quando mi è stato tolto il casco e mi avete aiutato a rimettere in movimento il corpo. Ci ho messo tutta la mia volontà e quelle poche energie che avevo pur di riprendermi in fretta. Non vedevo l’ora di tornare a casa.

Non finirò mai di ringraziarvi per la gentilezza e accortezza che tutti i giorni mi dedicavate: dall’igiene personale, alla fisioterapia, alla pulizia delle camere.  Mi avete fatto sempre sentire il vostro affetto, senza mai far trapelare la vostra stanchezza e i vostri stati d’animo. Congratulazioni a tutti per il vostro lavoro, per il team efficace che siete riusciti a creare, in particolar modo congratulazioni al grande leader di questo team, il dottor Eugenio Sabato.

Grazie di cuore a tutti».

 

Giovanni Delle Grottaglie







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora