domenica 23 gennaio 2022

26/07/2021 07:33:20 - Salento - Attualità

«Con le vaccinazioni, scuole in presenza. A gennaio e febbraio non chiudiamo le scuole per l’ondata influenzale, nonostante la circolazione sia sostenuta»

«L’obiettivo è completare la prima dose ai più giovani entro agosto, poi smaltire a settembre gli ultimi 40 e 50enni».

Secondo l’assessore Pier Luigi Lopalco, a settembre, in Puglia, la campagna vaccinale sarà finalmente terminata: «Praticamente sì. Se manteniamo questo ritmo, l’obiettivo è quasi raggiunto. In alcuni distretti, ad esempio Bari, la prima dose è stata già offerta all’80%: restano da fare i richiami».

Poi parla della riapertura delle scuole: per Lopalco a settembre la scuola riaprirà in presenza.

«Assolutamente sì. Anche perché, oggettivamente, a gennaio e febbraio non chiudiamo le scuole per l’ondata influenzale, nonostante la circolazione sia sostenuta. È il principio di quando la malattia da pandemica diventa endemica. Una malattia virale che, in assenza di sorprese, e se i vaccini funzionano come stanno funzionando, terremo sotto controllo».

L’assessore regionale spiega meglio questo concetto.

«Significa non avere un problema di sanità pubblica, in cui muoiono tante persone e si bloccano gli ospedale, in cui si devono prendere misure eccezionali come le chiusure che provocano problemi alla società. Stiamo per raggiungere il momento in cui chi rischia una forma grave di malattia o si è immunizzato naturalmente o si è immunizzato con il vaccino, e quindi il rischio è estremamente ridotto».







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora