domenica 24 ottobre 2021

04/10/2021 07:13:16 - Maruggio - Attualitą

Il dragaggio limitato ad un metro e mezzo di fondale del solo passo d’accesso del porto e il  materiale di dragaggio stoccato sulla sabbia, dal molo di sottoflutto e quasi il Paradise Beach

Oggi iniziano i lavori di dragaggio del porto di Campomarino. Lo ha annunciato, ieri, il sindaco Alfredo Longo attraverso un post pubblicato sui social, che vi proponiamo integralmente.

«Sono dieci anni che lo aspetto, dieci anni di denunce, di riunioni, di cause davanti ogni grado di giudizio.. decine di ore al telefono, centinaia di chilometri percorsi e migliaia di carte per arrivare a definire che le operazioni di dragaggio devono essere effettuate a spese della Torre Moline Spa e devono interessare TUTTA l’area portuale per ristabilire le batimetrie iniziali (ovvero 5 metri di profondità di pescaggio)!

Oggi inizieranno i lavori e vivo sentimenti contrastanti ..

Finalmente Torre Moline inizierà a dragare ma le uniche autorizzazioni che sono riusciti ad ottenere in conferenza di servizi sono per il dragaggio di un metro e mezzo di fondale del solo passo d’accesso del porto !

Solo questo ? Si ! Per il momento solo questo!

E tutto il materiale di dragaggio dove sarà stoccato ? Sulla sabbia.. dal molo di sottoflutto (quello più corto) a quasi il Paradise Beach!

Le autorizzazioni avute da Provincia, ARPA Puglia, Asl, Regione, Capitaneria di Porto, etc. dicono questo..

SI PUÓ FARE!

Sono felice perché qualcosa dopo anni finalmente si muove ma allo stesso tempo sono triste perché il Comune aveva la possibilità di fare un dragaggio diverso, in forza di un finanziamento regionale di 3.050.000 euro, non limitandosi a scavare per un solo metro e mezzo del solo “passo d’accesso” del porto ma portando a 5 metri di profondità anche la parte peschereccia! Inoltre, nel progetto del Comune, nulla sarebbe andato a finire sulla spiaggia ma avremmo portato tutto oltre le 7 miglia marine così come la legge ci permetteva di fare!

Ormai è utopia, dopo tanto tempo e tanti sforzi “la montagna ha partorito un topolino” ci dovremo accontentare di questo cosiddetto “primo lotto” dei lavori con la speranza che si veda prima o poi all’orizzonte qualche traccia di un “secondo lotto”.

Meritiamo di più, ma a nessuno di quelli “che contano” questo importa !

Ormai ho sepolto da tempo l’ascia di guerra (anche se non l’ho mai considerata tale), spero davvero che tutto vada per il meglio.. in bocca al lupo Campomarino mia..».







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora