lunedì 29 novembre 2021

14/11/2021 08:50:36 - Salento - Attualità

L’installazione della panchina è un modo per ricordare Giulio, ma soprattutto per sollecitare le autorità a pretendere la verità e perseguire i colpevoli di quanto accaduto al Cairo

Stamani, alle 11, il sindaco Antonello Denuzzo e il presidente del Consiglio comunale Domenico Attanasi scopriranno la panchina gialla installata dall’Amministrazione comunale di Francavilla Fontana in via Barbaro Forleo per Giulio Regeni.

5 anni fa Regeni veniva rapito, torturato e ucciso al Cairo. Il corpo del ricercatore italiano, che aveva appena compiuto 28 anni, fu rinvenuto con evidenti segni di violenza riconducibili alle pratiche in uso nei servizi segreti egiziani. La madre di Giulio, al momento del riconoscimento della salma, dichiarò di aver visto nel volto martoriato del figlio «tutto il male del mondo».

Dal 2016 a oggi è in corso una sistematica operazione di depistaggio mediatico e giudiziario da parte degli organi egiziani che sembrano non voler giungere alla verità su questa vicenda.

L’installazione della panchina, promossa dal presidente Attanasi e sposata dall’Amministrazione comunale, è un modo per ricordare Giulio, ma soprattutto per sollecitare le autorità a pretendere la verità e perseguire i colpevoli di quanto accaduto al Cairo.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora