lunedì 29 novembre 2021

18/11/2021 07:37:10 - Salento - Attualità

Scritto e diretto da Lucià Loré (che veste anche i panni di attrice protagonista), il corto, ambientato a Porto Cesareo, offre una riflessione dal forte valore sociale legata alla discriminazione di genere 

A poco più di un anno dalla sua uscita, “La Pescatora”, un drammatico cortometraggio sulla violenza di genere, continua a vincere premi e ad ottenere riconoscimenti, collezionando candidature in festival italiani e internazionali.

Selezionato, tra gli altri, al Festival del Cinema Europeo e al Salina Doc. Festival, a novembre sarà tra i corti protagonisti di PÖFF Shorts, la rassegna dedicata ai cortometraggi – Oscar, Bafta e EFA qualifying – selezionati al Tallinn Black Nights Film Festival estone, giunto quest’anno alla sua 25esima edizione, nonché al Cyprus International Film Festival e al Ce l’ho Corto Film Festival di Bologna.

Scritto e diretto da Lucià Loré che veste anche i panni di attrice protagonista, il corto -ambientato a Porto Cesareo, in Salento - offre una riflessione dal forte valore sociale legata alla discriminazione di genere e dunque alle difficoltà che una giovane donna deve affrontare per affermarsi in un ambiente solitamente maschile e diventare la prima Pescatora in un mondo di pescatori.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora