lunedì 29 novembre 2021

22/11/2021 09:32:31 - Puglia - Attualità

Si punta a estendere progressivamente la terza dose a tutte le persone di qualsiasi categoria e di età superiore ai 18 anni, che abbiano superato i 180 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario

In ragione della attuale situazione epidemiologica, con particolare riferimento all’incremento della circolazione di SARSCoV2 in ambito scolastico, e considerato la necessità di incrementare l’attuale livello delle coperture vaccinali per la dose booster (cd. terza dose), si ritiene necessario estendere progressivamente la terza dose a tutte le persone di qualsiasi categoria e di età superiore ai 18 anni, che abbiano superato i 180 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario, ovvero:

-dalla seconda dose di un vaccino con schedula a due dosi (Comirnaty, Spikevax, Vaxzevria);

-dalla prima dose di un vaccino con schedula a due dosi (Comirnaty, Spikevax, Vaxzevria) per i soggetti con infezione da SARSCoV2;

-dopo la prima dose con il vaccino monodose Janssen.

Si sottolinea che la somministrazione deve essere effettuata utilizzando vaccini a mRNA nei dosaggi  autorizzati per il “booster”, dopo almeno 180 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario,  indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato.

La somministrazione della dose booster, inoltre, deve intendersi estesa indistintamente e progressivamente a tutti i soggetti di età superiore ai 18 anni (over18), indipendentemente dalla categoria di rischio o professionale di appartenenza, con le tempistiche e modalità di seguito meglio

specificate.

È evidente che l’offerta vaccinale anti SARSCoV2 deve continuare ad essere rivolta prioritariamente ai soggetti esitanti ancora in attesa di iniziare o di completare il ciclo vaccinale primario nonché alle persone più vulnerabili a forme gravi di Covid19 per età o condizioni di elevata fragilità in modo da garantire  la  massima  protezione  di  questi  soggetti  e  la  massima  copertura  vaccinale  in  ambito regionale.

Si evidenzia che:

-la vaccinazione da parte dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta avrà inizio a partire dal prossimo 01.12.2021, con le modalità di seguito specificate (chiamata attiva e prenotazione diretta degli assistiti in carico, a cura del MMG);

-la rete delle farmacie aperte al pubblico (pubbliche e private convenzionate) garantiranno la somministrazione della dose booster in  favore di  tutti i soggetti eleggibili e di tutte le fasce d’età mediante prenotazione diretta in farmacia o mediante accesso diretto, secondo le modalità organizzative definite dalle farmacie.

Somministrazione in favore dei soggetti fragili e/o con disabilità gravi

La somministrazione della dose “booster” in favore dei soggetti:

-in condizione di elevata fragilità 4;

-in condizione di disabilità grave (art. 3 comma 3 della legge n.104/92);

-in ADI/ADP e dei soggetti, comunque, non deambulanti;

sarà assicurata:

a) dai Centri Specialistici e dai Nodi delle Reti di Patologia e delle Malattie Rare della Puglia che hanno in carico tali soggetti;

b) dalle Strutture di ricovero pubbliche e private accreditate ove sono ricoverati pazienti nelle condizioni di cui sopra;

c) dai Medici di Medicina Generale e dai Pediatri di Libera Scelta, presso i rispettivi ambulatori, per gli assistiti in condizione di elevata fragilità, in condizione di disabilità grave che non siano già in carico ai Centri e alle Strutture di cui alle lettere precedenti;

d) dai Medici di Medicina Generale, dai Pediatri di Libera Scelta e dalle USCA, presso il domicilio del soggetto, per gli assistiti in ADI/ADP e per i soggetti, comunque, non deambulanti.

Per tutti questi soggetti è assicurata la massima priorità e, pertanto, le strutture e professioni sopra indicati  attivano  la  chiamata  attiva,  con  fissazione  della  data  della  somministrazione  della  dose booster seguendo il criterio della somministrazione in ordine di decorrenza del termine di 180 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario.

A tal fine, si evidenzia che i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta possono verificare la  posizione  vaccinazione  dei  propri  assistiti  e  attivare  tutte  le  azioni  previste  (sensibilizzazione, chiamata attiva,  fissazione appuntamento) direttamente utilizzando i propri software ambulatoriali, grazie  alle  funzionalità  di  cooperazione  applicativa  già  da  tempo  messe  in  atto  con  il  sistema informativo regionale “GIAVA”. 

I Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali assicurano il monitoraggio costante dell’andamento delle attività di somministrazione della dose booster per questa categoria di soggetti al fine di porre in essere azioni di recupero delle coperture anche mediante l’organizzazione di “open day” presso i Punti Vaccinali di Popolazione o presso i Punti Vaccinali Territoriali.

L’accesso alla vaccinazione, per questa categoria di soggetti, dovrà avvenire mediante chiamata attiva da parte delle Strutture e dei Soggetti erogatori anche utilizzando i dati di contatto telefonici comunicati dagli interessati ai fini della vaccinazione anti SARSCoV2/Covid19.

Si ricorda che la registrazione dei dati di somministrazione dovrà avvenire immediatamente nel sistema informativo regionale “GIAVA”  utilizzando la  “Categoria di Rischio” identificata come “Soggetto vulnerabile per patologia” e si dovrà curare la registrazione anche della corrispondente “Condizione sanitaria a rischio”.

Per questa categoria di soggetti, sarà assicurata la vaccinazione anche dei caregiver (genitori, tutori, affidatari, assistenti, familiari conviventi)  laddove gli stessi non intendano accedere alla somministrazione presso i Punti Vaccinali (di Popolazione, Ospedalieri o Territoriali).







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora