domenica 16 gennaio 2022

07/01/2022 07:50:42 - Puglia - Attualità

In Italia al 16% il tasso di occupazione delle terapie intensive Covid, in aumento al 22% l’occupazione dei reparti ordinari. In Puglia occupati l’8% dei posti letto delle terapie intensive e il 14% (+1%) delle aree non critiche

L’escalation dei contagi Covid sta mettendo a rischio la tenuta del sistema ospedaliero, con i reparti ordinari e le terapie intensive sempre più sotto pressione. Per la prima volta dall’inizio della pandemia, ieri sono stati registrati in Italia oltre 200mila casi positivi (anche se va precisato che oltre 33mila casi sono legati a un ricalcolo della Regione Emilia-Romagna).

Nel bollettino di ieri si contano 1.467 pazienti in terapia intensiva, 39 in più in 24 ore, mentre i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 13.827 (+463).

La situazione degli ospedali appare sempre più difficile stando a quanto emerge dai dati pubblicati dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), che evidenzia come a livello nazionale il tasso di occupazione di posti letto per pazienti positivi al Covid nei reparti sale al 22%. L’occupazione delle intensive, con l’aggiornamento del 6 gennaio, sale invece al 16% a livello nazionale.

Vediamo, regione per regione, dove stanno aumentando di più ricoveri e terapie intensive secondo i dati Agenas.

Abruzzo: 13% Terapia Intensiva, 19% (+2%) area non critica

Basilicata: 3% (-1%) Terapia Intensiva, 20% area non critica

Calabria: 16% (+1%) Terapia Intensiva, 34% (+1%) area non critica

Campania: 10% (+1%) Terapia Intensiva, 20% (+1%) area non critica

Emilia Romagna: 16% Terapia Intensiva, 19% (+1%) area non critica

Friuli Venezia Giulia: 17% Terapia Intensiva, 24% area non critica

Lazio: 20% (+1%) Terapia Intensiva, 21% (+1%) area non critica

Liguria: 20% (-1%) Terapia Intensiva, 34% (+2%) area non critica

Lombardia: 15% Terapia Intensiva, 24% (+1%) area non critica

Marche: 20% (-1%) Terapia Intensiva, 24% area non critica

Molise: 5% Terapia Intensiva, 12% (-1%) area non critica

Bolzano: 17% (-1%) Terapia Intensiva, 15% (-1%) area non critica

Trento: 28% (+4%) Terapia Intensiva, 19% area non critica

Piemonte: 22% (+3%) Terapia Intensiva, 26% (+1%) area non critica

Puglia: 8% Terapia Intensiva, 14% (+1%) area non critica

Sardegna: 11% (+2%) Terapia Intensiva, 11% area non critica

Sicilia: 14% Terapia Intensiva, 26% (+1%) area non critica

Toscana: 17% (+1%) Terapia Intensiva, 18% (+1%) area non critica

Umbria: 14% (+1%) Terapia Intensiva, 27% (-1%) area non critica

Valle d’Aosta: 15% Terapia Intensiva, 42% (-3%) area non critica

Veneto: 19% (-1%) Terapia Intensiva, 19% (-2%) area non critica







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora