domenica 25 settembre 2022

08/09/2022 06:53:25 - Puglia - Attualità

Si tratta di vaccini con composti aggiornati, contenenti due ceppi virali, quello originale del 2020 e la variante Omicron BA. 1 di novembre 2021 considerati più efficaci di quelli attuali per prevenire la forma grave di Covid e il ricovero in ospedale

Nuovi vaccini, ieri il Ministero della Salute ha inviato a Regioni e Asl le indicazioni sulle categorie cui sono consigliati: over 60 e ai fragili «ancora in attesa di ricevere il secondo richiamo (quarta dose)» con l’aggiunta di operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza.

Oltre a queste categorie un ulteriore somministrazione viene offerta in via prioritaria a tutta la popolazione sopra i 12 anni che non ha abbiano ricevuto il primo richiamo (terza dose) «indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario (prima e seconda dose). Quindi chi si è vaccinato con AstraZeneca, Janssen, Pfizer-Biontech o Moderna potrà sottoporsi alle dosi aggiornate, prodotte da Pfizer-Biontech e Moderna.

Si tratta di vaccini bivalenti, approvati il 1 settembre dall’agenzia europea dei farmaci Ema e il 5 settembre dalla nostra Aifa. Si tratta di composti aggiornati, contenenti due ceppi virali, quello originale del 2020 e la variante Omicron BA. 1 di novembre 2021 considerati più efficaci di quelli attuali per prevenire la forma grave di Covid e il ricovero in ospedale. Saranno disponibili entro la fine di settembre.

L’ulteriore vaccinazione potrà essere fatta «secondo le tempistiche» previste dalle precedenti disposizioni vale a dire dopo un intervallo di almeno 120 giorni dall’ultima somministrazione.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora