martedì 29 novembre 2022

17/11/2022 17:04:51 - Salento - Attualità

Marisa Garofalo racconta la sorella Lea, testimone di giustizia

«Io vedo, io sento, io parlo». In prima persona, mettendoci la faccia, giocando in prima persona sul palcoscenico della vita la propria storia e quella delle persone più care.

Un coraggio che solo chi si muove nella verità e per la verità può avere e che nella mattinata di lunedì 28 novembre farà tappa a Torre Santa Susanna grazie all’iniziativa che l’ente di promozione sportiva A.S.C. Attività Sportive Confederate – Comitato di Brindisi ha voluto organizzare in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che ricorre ogni anno a fine novembre.

A Torre dialogheranno con la signora Garofalo i rappresentanti di istituzioni, forze dell’ordine e del mondo scolastico del comune brindisino: il sindaco sen. Michele Saccomanno e l’assessore Serena Missere, il luogotenente della locale Stazione dei Carabinieri dott. Corrado Memmi, la coordinatrice del Distretto Socio Sanitario DSS4 Fernanda Dell’Atti ed i rappresentanti delle scuole torresi Giovanni Morleo, referente dell’associazione Umana Avventura ente gestore del liceo linguistico e Vito Andrea Mariggiò dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Mazzini.

La presenza del mondo della scuola e dei ragazzi sta da sempre a cuore agli organizzatori dell’iniziativa certi che solo l’educazione e la sensibilizzazione delle nuove generazioni possa restituire la speranza di cittadini più consapevoli e attenti alla tutela di ogni storia e condizione di vita, specialmente di donne fragili ed in difficoltà. In questo senso sono stati diversi gli appuntamenti che il comitato territoriale A.S.C., presieduto dal maestro Massimiliano Zanzarella, ha dedicato negli anni alle scuole fra i quali si ricordano le diverse edizioni del Corso sui primi elementi di autodifesa personale rivolto gratuitamente alle giovanissime studentesse del territorio per aumentarne il senso di sicurezza ed autoefficacia in ogni condizione e situazione.

Alla proposta A.S.C. hanno aderito diverse realtà sociali del territorio. Oltre ai due Istituti scolastici cittadini comprensivo Mazzini e liceo linguistico “Maria Immacolata” hanno offerto il proprio contributo la locale sezione Confcommercio, le associazioni torresi A mani tese, Fiori di Loto e La Voce a Sud, il Centro Italiano Femminile sezione di Brindisi, la fondazione sulla fibrosi cistica di Torre, la Fondazione Ant delegazione di Torre, la palestra FCA Academy e l’Amministrazione comunale della città che ha patrocinato l’iniziativa.

L’inizio dei lavori è previsto per le ore 9 presso l’aula consiliare di Torre Santa Susanna. Più che una mera riflessione sul tema sarà occasione per vivere attivamente una ricorrenza che ogni anno accende i fari sull’importanza di conoscere le efferatezze perpetuate in ogni angolo del mondo e le storia di coraggio ed eroismo come quelle di Lea, stimolando un’autentica cultura di genere estranea ad ogni forma di violenza fisica, morale, sociale capace di rispettare integralmente il valore di ogni essere umano. Per guardare con speranza al futuro.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora