martedì 29 novembre 2022

19/11/2022 07:25:25 - Provincia di Taranto - Attualità

Partirà alle 7 di lunedì e riguarderà i lavoratori di Acciaierie d'Italia, Appalto e Indotto ed ex Ilva in Amministrazione Straordinaria

L’Unione Sindacale di Base proclama, a partire dalle 7 di lunedì 21 novembre e. sino alle 7 di martedì 22 novembre, lo sciopero per tutti i lavoratori, Acciaierie d'Italia, Appalto e Indotto ed ex Ilva in Amministrazione Straordinaria, per 8 ore sui tre turni.

«La manifestazione prevede il presidio davanti alle portinerie di appartenenza e, intorno alle ore 9, corteo fino alla Direzione, per decidere congiuntamente le azioni da intraprendere di fronte alla mancanza di risposte in merito alla necessità di ottenere un cambio di passo, con immediata uscita del socio privato e avvio del processo di nazionalizzazione della fabbrica, per restituire dignità alle migliaia di lavoratori dell'appalto stremati da mesi di ritardo nei pagamenti e ora addirittura con le attività sospese, i lavoratori ADI terrorizzati e massacrati con migliaia di ore Cigs e in ultimo ma non certo per priorità i Lavoratori Ilva in As, scomparsi completamente dalla discussione, condannati in Cig da anni senza nessuna prospettiva» è riportato in una nota a firma del coordinamento Usb Taranto (Franco Rizzo, Enzo Rizzo, Alessandro Damone, Emanuele Palmisano e Federico Cefaliello).

«Nazionalizzare è l'unica soluzione, allontanando la governance che ha gestito in maniera schizofrenica gli ultimi 3 anni della storia Ilva».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora