martedì 23 aprile 2024

20/02/2024 11:29:20 - Provincia di Brindisi - Attualità

Due ragazze dell’Epifanio Ferdinando hanno trovato il “coraggio” di uscire dall’anonimato e hanno portato la loro testimonianza alla vasta platea, che le ha applaudite in alcuni dei momenti più toccanti delle loro storie

Si è svolto a Mesagne, nella splendida cornice dell’atrio del castello, un convegno di alto valore scientifico sull’epilessia, a cui hanno partecipato le migliori eccellenze della Puglia nel campo di questa condizione medica. A dimostrazione dell’alta valenza formativa ed educativa non hanno fatto mancare la propria presenza le massime autorità cittadine, con il sindaco nonché presidente dell’Amministrazione provinciale di Brindisi Antonio Matarrelli, le autorità provinciali con la direttrice amministrativa  ASL Loredana  Carulli, il presidente dell’Ordine dei Medici Arturo Oliva, nonchè quelli regionali con la presenza del presidente della Commissione Sanità della Regione Puglia  Mauro Vizzino.

Un convegno scientifico, che ha toccato diversi punti, come quello della gestione della crisi epilettica in ambito scolastico, vista la nutrita presenza di docenti (anche di sostegno) e di intere scolaresche dell’IISS Epifanio Ferdinando, sempre attento e sensibile verso questa patologia. Lo splendido auditorium traboccava di persone attente e sensibili pronte a far proprie nozioni importanti da arricchire il proprio patrimonio di conoscenze da utilizzare nell’ambito professionale, tanto che i vari primari di Neurologia intervenuti si sono lasciati andare ad alcune osservazioni del tipo: «Mai avevamo visto una partecipazione così numerosa ed attenta -  eppure di convegni ed incontri  ne facciamo tanti!».

Questa patologia ha delle gravi ripercussioni sociali, con discriminazioni  che si ripercuotono in vari campi e che vanno dallo sport al lavoro e alla scuola. A proposito di scuola, due ragazze dell’Epifanio Ferdinando hanno trovato il “coraggio”  di uscire dall’anonimato (e non è facile) e hanno portato la loro testimonianza alla vasta platea che le ha applaudite in alcuni dei momenti più toccanti delle loro storie, evidenziando i numerosi problemi lungo il loro percorso di vita. I supereroi  sono quelli che trovano il coraggio per chiedere aiuto, le ragazze che hanno voluto ringraziare i medici che si occupano di epilessia e di tutto ciò che ruota intorno, ma soprattutto i medici che si occupano di “persone”.

Il convegno è stato organizzato dall’AICE Brindisi (Associazione Italiana Contro l’Epilessia) e dal Consorzio ATS BR/4 che hanno firmato un protocollo di intesa fissando alcuni obiettivi, come quello di fare formazione e informazione nelle scuole di ogni ordine e grado sia verso i docenti che verso gli studenti.  La conoscenza elimina la paura della differenza, elimina lo stigma… Questo è il vero obiettivo dell’AICE.

 









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora