sabato 18 maggio 2024

11/03/2024 16:15:56 - Manduria - Cronaca

Uno dei due, un 41enne ferito ad un orecchio, fornì false generalità ai sanitari con l’intento di non farsi identificare: ha avuto 5 anni di DASPO; un altro sostenitore, un 56enne residente a Novoli il provvedimento del Questore è stato stabilito in 3 anni

La Polizia di Stato ha notificato il provvedimento di DASPO emesso dal Questore di Taranto Massimo Gambino nei confronti di due sostenitori del Novoli Calcio ritenuti presunti responsabili degli incidenti con la tifoseria del Manduria avvenuti prima dell’incontro di calcio dello scorso 14 gennaio che vide opposte le due Squadre.

Come si ricorderà il 14 gennaio scorso a poca distanza dallo stadio di Sava prima dell’incontro di calcio Manduria- Novoli le opposte tifoserie si fronteggiarono violentemente.

Le immediate indagini del personale del locale Commissariato e della Digos di Taranto permisero di individuare una decina di tifosi della squadra locale coinvolti nei tafferugli e di emettere nei loro confronti il provvedimento di DASPO per complessivi 34 anni.

Nel prosieguo degli accertamenti sono stati anche individuati due tifosi della squadra leccese che dopo gli incidenti si recarono, seppur feriti, allo stadio per assistere alla partita facendosi medicare dal personale del 118 durante l’intervallo tra il primo e il secondo tempo.

Come accertato dagli investigatori uno dei due, ferito ad un orecchio, fornì false generalità ai sanitari con l’intento di non farsi identificare.

Al primo tifoso individuato, un 41enne residente in un paese della provincia leccese a poca distanza da Novoli, già destinarlo in un recente passato di due analoghi provvedenti è stato notificato il DASPO per un periodo di cinque anni.

Per l’altro sostenitore, un 56enne residente a Novoli il provvedimento del Questore è stato stabilito in anni tre.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora